IT   EN

Ultimi tweet

video Vaccino Meningococco B: subito nel Piano Nazionale- intervista prof. M. Conversano, SItI

 

Intervista al prof. Michele Conversano Presidente SItI - Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica. La Sanità Pubblica non può che salutare con sollievo la disponibilità di ogni nuovo vaccino. Tanto più in questo caso, data la gravità della meningite meningococcica, l'esordio subdolo, l'assenza di una terapia precoce e salvavita. L'antimeningococcica B era quella che mancava al panel delle profilassi antimeningococciche.

È quindi un'opportunità da sfruttare nel modo migliore, per arginare un'infezione che non ha un impatto solo sulla salute pubblica, ma, ben più pesante, sulle famiglie e sul singolo. Dopo il via libera da parte della Commissione Europea lo scorso gennaio, è arrivata anche l'autorizzazione dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) all'immissione in commercio di Bexsero®, il nuovo vaccino multicomponente Novartis contro il meningococco di sierogruppo B [rDNA, componente, adsorbito]. La meningite meningococcica è un'infezione batterica e la principale causa di meningite in Europa, soprattutto tra i neonati, la fascia d'età più esposta al meningococco B (MenB). Indicato per l'immunizzazione a partire dai due mesi di età, il vaccino Novartis contro il MenB, è il risultato di oltre venti anni di ricerca d'avanguardia nello sviluppo dei vaccini presso i laboratori di Siena. http://www.salutedomani.com/il_weblog_di_antonio/2013/06/meningite-il-primo-vaccino-contro-il-meningococco-b-parla-italiano-e-approvato-dall-aifa.html