IT   EN

Ultimi tweet

video Tumore al polmone: terapia con nintedanib aumenta la sopravvivenza -intervista dr. Grossi, Genova #asco13

 

Intervista al Dr Francesco Grossi Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro - IST. Genova in occasione del congresso americano di oncologia ASCO 2013 a Chicago.



I risultati dello studio clinico registrativo, di Fase III LUME-Lung 1 mostrano che nintedanib*, il triplo inibitore dell'angiochinasi, sperimentale innovativo, in aggiunta a docetaxel, ha allungato la vita dei pazienti con adenocarcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) di 2,3 mesi rispetto a placebo più docetaxel. Questi risultati sono stati presentati al 49° Congresso Annuale della Società Americana di Oncologia Clinica (ASCO) che si tiene a Chicago e saranno inseriti nei Best of ASCO in programma nei prossimi mesi.

I risultati di LUME-Lung 1 dimostrano un beneficio in termini di sopravvivenza complessiva per la terapia di seconda linea aggiunta alla chemioterapia, rispetto alla chemioterapia somministrata singolarmente. La sopravvivenza complessiva è risultata significativamente maggiore nel gruppo di pazienti con adenocarcinoma trattati con nintedanib* più docetaxel, rispetto a quelli trattati con placebo più docetaxel (rispettivamente 12,6 mesi contro 10,3 mesi).