IT   EN

Ultimi tweet

VIDEO HPV: IL VACCINO E' DAVVERO SICURO?

 

Grazie alla sua innovativa struttura, il vaccino anti HPV non comporta alcun rischio di contrarre le patologie che previene: il principio attivo è infatti composto non dal virus, ma da particelle simili al virus (VLP) e identiche a una proteina (L1) della capsula virale (capside), che possiamo assimilare alla targa di unautomobile. Queste proteine sono prodotte da cellule di lievito (Saccharomyces cerevisiae), tecnologia ampiamente conosciuta in quanto già utilizzata per la produzione del vaccino antiepatite B, distribuito e somministrato a milioni di soggetti nel mondo. Di questa tecnologia è ben noto il profilo di sicurezza e tollerabilità. Tali particelle sono innocue, perché non contengono DNA virale (diversamente da altri vaccini che contengono invece virus attenuati): una volta introdotte nellorganismo, mimano lazione del virus e stimolano così la produzione di anticorpi, corpi speciali specificamente addestrati a riconoscere rapidamente il numero di targa del virus, e bloccarlo non appena sia entrato nellorganismo.