IT   EN

Ultimi tweet

VIDEO DIABETE & INSUFFICIENZA RENALE- INTERVISTA AL PROF. R. PONTREMOLI, GENOVA

 

 

Intervista al prof. Roberto Pontremoli, Professore di Nefrologia dell'Università
di Genova. 
«Ad oggi non possiamo evitare che un paziente sviluppi una complicanza come quella dell'insufficienza renale. Non abbiamo in mano armi terapeutiche per prevenire questo problema. Ma possiamo fare molto per rallentare l'insorgenza della
complicanza e anche il decorso. Nel nostro Paese il 10 per cento della popolazione ha un danno renale e di questi quasi la metà è diabetica. In Italia tra i pazienti in dialisi per insufficienza renale terminale il diabete è al secondo posto tra le cause, dopo l'ipertensione. D'altra parte, spesso, i pazienti con diabete sono ipertesi (60%) e l'ipertensione è un fattore di rischio per il diabete. Un circolo vizioso difficile da spezzare. Più piccoli i numeri dei pazienti diabetici con insufficienza renale severa perché meno del 10 per cento dei diabetici con danno renale arrivano alle fasi terminali. Spesso muoiono prima e in molti casi la colpa è attribuibile a complicanze cardiovascolari. Ma è un quadro complesso, un equilibrio molto instabile. Un nefropatico è più probabile che muoia per complicanze cardiovascolari che viva così tanti anni per ricevere una diagnosi di malattia renale allo stadio terminale (ESRD)».