IT   EN

Ultimi tweet

Video aumenta la BPCO tra le donne- intervista prof.ssa A, M. Moretti, Bari

 

Intervista alla prof.ssa Anna Maria Moretti, Direttore Unità Operativa Malattie dell'Apparato Respiratorio, Policlinico di Bari. "Si stima che entro il 2020 la BPCO subirà un incremento del 130% nella popolazione femminile.

Oltretutto a parità di esposizione al fumo, le donne con BPCO presentano un rischio più elevato di danno polmonare, un maggiore grado di dispnea (cioè di mancanza di fiato) e un declino più accentuato della funzionalità respiratoria. Tosse, espettorato e mancanza di respiro. Questi i primi campanelli d'allarme che devono fare insorgere, in particolare nei fumatori, il sospetto di BPCO - Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva, che spesso viene diagnosticata in fase avanzata. Per questo motivo le nuove Linee GOLD internazionali e nazionali prevedono l'inclusione della spirometria nella visita al paziente e l'impiego di farmaci appropriati, specificatamente i broncodilatatori. La nuova soluzione terapeutica per la BPCO si chiama glicopirronio bromuro, antimuscarinico di nuova generazione. Si tratta del primo farmaco in monosomministrazione quotidiana ad elevata selettività recettoriale che agisce entro 5 minuti dall'inalazione ed è capace di indurre una broncodilatazione di almeno 24 ore, riducendo le riacutizzazioni della patologia.

http://www.salutedomani.com/il_weblog_di_antonio/2013/05/-terapia-bpco-broncolodilatatore-seebri-breezhaler-agisce-entro-5-minuti-e-dura-24-ore.html