IT   EN

Ultimi tweet

VENETO, PROGETTO PER MONITORAGGIO EFFETTI AMBIENTALI DELLO SVILUPPO RURALE

L’incidenza che la prossima programmazione agricola del Veneto avrà sull’ambiente verrà monitorata, in modo che gli interventi a supporto del sistema primario siano anche migliorativi non solo dell’efficienza delle imprese ma anche dal punto di vista ambientale.


E’ l’obiettivo del progetto di ricerca e studio “Prioritised Action Framework – PAF” per aree Rete Natura 2000 relativamente al periodo 2014-2020, approvato dalla Giunta regionale su iniziativa dell’assessore Franco Manzato e che verrà attuato in collaborazione con Università degli Studi di Padova – Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-forestali e Dipartimento di Biologia. “scopo dell’iniziativa – ha sintetizzato Manzato – è di realizzare indagini specifiche che definiscano lo stato attuale degli indicatori ambientali che consentiranno di monitorare gli effetti sull’ambiente e di valutare l’incidenza dell’attuazione del PSR in termini di miglioramento ambientale”.
Risultato finale del “Prioritised Action Framework – PAF” sarà l’individuazione delle azioni prioritarie strategiche per la conservazione della biodiversità all’interno della Rete Natura 2000. Sarà anche realizzata una sintesi degli strumenti finanziari comunitari finora applicati per la conservazione dei siti in questione. Saranno, infine, predisposte linee guida per la progettazione, con specifiche schede che riguardino le azioni prioritarie per la conservazione e il miglioramento di ogni singolo habitat o habitat di specie con particolare riferimento ad aziende e proprietà agro – forestali. Ma, soprattutto, il Progetto di ricerca valuterà appunto l’incidenza dell’attuazione del Programma di Sviluppo Rurale, con riferimento alle misure che hanno coinvolto i territori e le aziende in aree Natura 2000, e formulerà delle proposte operative per il prossimo periodo di programmazione del PSR.