IT   EN

Ultimi tweet

EDUCARE ALLA SESSUALITA' CON I PROGRAMMI TV

Nel 1977 il produttore e sceneggiatore messicano Miguel Sabido ebbe l’intuizione di insegnare alle donne la pianificazione familiare attraverso una soap opera. "Acompañame", spiegava con le difficoltà e le vicissitudini di due  giovani e poveri sposi come controllare le nascite. Dopo il primo anno di trasmissione, in Messico si registrò un incremento del 33% dell'affluenza ai consultori e le vendite di preservativi aumentarono del 23%.

A partire da questo esempio si sviluppò in molti Paesi di Africa, Asia e America Latina questo metodo chiamato edutainment o infotaiment. Dalla collaborazione fra BBS e il National Aids Control Organisation (Naco) indiano nacque ad esempio la prima massiccia campagna di informazione sull'AIDS in India.

Più recentemente questa modalità di trasmettere informazioni in ambito sanitario è stata sperimentata anche negli Stati Uniti e in Europa. Negli USA un’indagine nazionale sugli stili di vita del 1999 suggerì che le  soap opera avrebbero potuto svolgere un ruolo sempre maggiore nell’educazione e prevenzione sanitaria. Da una collaborazione fra Norman Lear Center (un centro di ricerca multidisciplinare sulle implicazioni e i legami fra intrattenimento, commercio e società), l’USC Annenberg School for Communication, il Centre for Disease Control and Prevention, il National Institutes of Health e il National Cancer Institute (i due più importanti enti governativi che si occupano di salute e prevenzione negli USA) nacque la Hollywood, Health and Society (www.learcenter.org) un progetto per fornire a produttori e sceneggiatori informazioni di qualità in ambito sanitario. Infatti, se è dimostrato che le fiction sono uno strumento valido per trasmettere informazioni sanitarie, è altrettanto vero che trasmettono con uguale forza la buona e la cattiva informazione. Data la particolare delicatezza del tema, un’informazione parziale, approssimativa, scorretta può produrre effetti anche molto negativi. Dal 2000 la Hollywood, Health and Society assegna annualmente premi alla migliore informazione televisiva.

Anche in Europa esistono alcune esperienze di edutaiment, in particolare in Gran Bretagna e nel 2001 è partito EuroPAWS (European Public Awareness of Science and Engineering www.pawsdrama.com), un progetto finanziato dalla Commissione Europea per promuovere e valorizzare la fiction scientifica in televisione.

Un recentissimo studio dell’Università dell'Ohio (USA)  ha esaminato le reazioni di alcune studentesse universitarie dopo aver visto un programma dedicato alle difficoltà delle gravidanze indesiderate e una puntata della fiction O.C. in cui una delle protagoniste, una studentessa di liceo, rimaneva incinta. I ricercatori hanno diviso in due gruppi 353 studenti e studentesse tra i 18 e i 25 anni, mostrando a uno il documentario e all'altro il telefilm. Due settimane dopo la visione sono stati somministrati ai ragazzi dei questionari per capire il loro livello di coinvolgimento e gli eventuali cambiamenti nello stile di vita.  Le giovani che avevano assistito alla fiction si sono dette disposte ad adottare una maggiore attenzione alle gravidanze indesiderate, al contrario delle altre che  non hanno mostrato variazioni. Nei maschi invece non si è riscontrata alcune differenza fra i due gruppi.