IT   EN

Ultimi tweet

Calcio, Europa League impegnativa per le italiane. I commenti e i gironi dopo il sorteggio

Imgres

Il sorteggio della fase a gironi dell'Europa League, che scatterà il 20 settembre e si concluderà il 6 dicembre, è abbastanza complicato per le squadre italiane. 

Nel girone A c'è l'Udinese con il Liverpool, gli svizzeri dello Young Boys e i russi dell'Anzhi. 
L'Inter è nel Gruppo H con Rubin Kazan, Partizan Belgrado e Neftçi (Azerbaijan) mentre il Napoli è nel Gruppo F con il Psv Eindhoven, gli ucraini del Dnipro e gli svedese dell'AIK Solna. La Lazio è finita nel gruppo J con gli sloveni del Maribor ma sopratutto con squadre ostiche come Panathinaikos e Tottenham.

I Commenti: 

L'allenatore dell'Udinese Francesco Guidolin: "Volevamo la Champions League e ci ritroviamo in Europa League con un girone da Champions al pari dello scorso anno. C'è poco altro da aggiungere". Il bomber Antonio Di Natale concorda con il suo tecnico: "E' un gruppo tostissimo con squadre di caratura mondiale. Non sarà facile, ma ce la metteremo tutta per provare a passare il turno". Il difensore Maurizio Domizzi ha aggiunto: "Abbiamo pescato due squadre fortissime e anche la terza, lo Young Boys, è ormai una realtà consolidata nel panorama calcistico europeo. Molto dipenderà anche dal momento in cui giocheremo in certi campi e in che condizioni troveremo i nostri avversari".

L'ambasciatore dell'FC Internazionale Milano Luís Figo ha parlato del sorteggio di oggi: "Giocare in Europa, sia la Champions o l'Europa League, è sempre un prestigio enorme, per questo motivo quest'anno dobbiamo fare di tutto per vincere questa competizione e poi tornare a vincere in Champions", ha detto. "Logisticamente il nostro è un girone duro, ci saranno delle trasferte lontane, ma la mia opinione è che tecnicamente non dobbiamo avere problemi".

Il commento di Walter Mazzarri, allenatore del Napoli: "E' un Girone da non sottovalutare con squadre di prestigio come PSV ed altri due Club che hanno dimostrato il loro valore nei turni preliminari e dei Playoff".

Il tecnico della Lazio Vladimir Petkovi?: "Non si poteva scegliere. È un gruppo molto competitivo, ma niente è impossibile. Abbiamo possibilità reali di passare il turno", ha detto. "Il Tottenham è tra i più forti club d' Inghilterra, con loro non conta solo il calcio giocato ma anche la pressione di quello che succede intorno. Il Panathinaikos è una squadra di grande valore in Grecia ed è uscito sfortunatamente dal preliminare di Champions League così come gli sloveni del Maribor. Dobbiamo giocare al 100% e dare tutto: decideranno le piccole cose e segnare una rete in più può essere decisivo".

Il Neftçi è la prima squadra azera a giocare in una fase a gironi europea. Il tecnico Boyukagha Hajiyev ha detto: "Credo che siamo in una condizione migliore rispetto ai nostri avversari. Sappiamo molto di Inter e Rubin, e troveremo informazioni sul Partizan. In compenso loro non sanno niente di noi. Non voglio esagerare, ma credo davvero che lotteremo per uno dei due posti per la qualificazione". Il capitano Rashad A. Sadygov ha aggiunto: "Non ci fermeremo qui. Ovviamente è un traguardo storico aver raggiunto la fase a gironi. A dire la verità pensavo anche prima del sorteggio che avremmo pescato l'Inter".

Il nuovo centrocampista difensivo del Panathinaikos Pape Sow ha detto: "Sia Tottenham che Lazio sono grandi squadre europee. I londinesi specialmente non sono la squadra più facile che ci poteva capitare. Per quanto riguarda il Maribor, non lo conosco bene, ma se hanno raggiunto questa fase della competizione vuol dire che non possono essere deboli. Tutto è possibile nel calcio, perché non potremmo battere sia Tottenham che Lazio?"

L'allenatore del PSV Eindhoven Dick Advocaat: "E' un sorteggio affascinante. Il Napoliè la più forte tra i nostri avversari ovviamente, mentre non sappiamo molto degli altri due. Ola Toivonen conosce bene l'AIK, ma ne parleremo in un secondo momento. Ora non sappiamo molto di loro forse ma in futuro sapremo tutto quello che ci serve".

L'attaccante del Rubin Kazan Sergey Davydov: "tutti dicono che siamo in un girone facile ma non riesco a essere d'accordo. Penso che il girone sia più o meno equilibrato, con tutte e quattro le squadre che hanno le stesse possibilità di passare il turno. Provo a seguire l'Inter, che è un grande club e ha vinto molto. Ma anche il Partizan gioca regolarmente in Europa".

L'allenatore della Dnipro Dnipropetrovsk Juande Ramos: "Non puoi scegliere da solo i tuoi avversari. Devi accettare il sorteggio. Sappiamo che PSV e Napoli sono molto forti e che sono le favorite nel girone. Ma Dnipro e AIK hanno anche loro qualcosa da dire. Parleremo in campo. Penso che siamo i terzi più forti nel girone, ma il nostro obiettivo è finire primi o secondi".

I gironi di Europa League:

Girone A
Liverpool
Udinese
Young Boys
Anzhi

Girone B
Atletico Madrid
Hapoel Tel-Aviv
Viktoria Plzen
Academica Coimbra

Girone C
Olympique Marsiglia
Fenerbahce
Borussia Monchengladbach
AEL Limassol

Girone D
Bordeaux
Brugge
Newcastle
Maritimo

Girone E
Stoccarda
Copenhagen
Steaua Bucarest
Molde

Girone F
Psv Eindhoven
Napoli
Dnipro
AIK Solna

Girone G
Sporting Lisbona
Basilea
Genk
Videoton

Girone H
Inter
Rubin Kazan
Partizan Belgrado
Neftci

Girone I
Lione
Athletic Bilbao
Sparta Praga
Hapoel Shmona

Girone J
Tottenham
Panathinaikos
Lazio
Maribor

Girone K
Bayer Leverkusen
Metalist Kahrkhiv
Rosenborg
Rapid Vienna

Girone L
Twente
Hannover 96
Levante
Helsingborg