IT   EN

Ultimi tweet

WESTERNSHOW: A FIERACAVALLI IL MONDO E LE DISCIPLINE DEI COWBOY

Da dodici anni, il Westernshow è uno degli eventi più attesi dai visitatori di Fieracavalli. Per questo la 117ª edizione della manifestazione, a Verona dal 5 all’8 novembre (www.fieracavalli.it), dedica tre padiglioni alle discipline equestri ispirate all’epopea americana. 

Qui, i cowboy, in sella ai migliori esemplari di Appaloosa, Paint e Quarter Horses, si sfidano nelle specialità più seguite della monta western per quattro giorni di emozionanti gare no stop, dalla mattina a mezzanotte.

 

Il padiglione 12 è dedicato alle Stock Performance, in particolare Team Penning e Cutting, che vedono protagonisti cavalli e cavalieri alle prese con mandrie di vitelli.

Il Team Penning è l’appuntamento numero uno: tre binomi della stessa squadra, in un solo “go” (un minuto), devono separare tre vitelli da una mandria di trenta capi e riuscire a portarli nel minor tempo possibile all’interno di un recinto. Quaranta ore di gara su quattro giorni, oltre 300 binomi in pista, 1.400 “go” complessivi: sono questi gli ingredienti essenziali di uno spettacolo unico.

Se il Team Penning si gioca sul filo dei secondi, il Cutting, invece, è la più esclusiva delle discipline che vedono un’interazione tra binomi e bestiame. Un solo binomio all’opera, sotto gli occhi attenti di cinque giudici, pronti a valutare l’attitudine del cavallo e il feeling con il cavaliere. In tutto cento i binomi in gara, con 15 ore in quattro giorni.

Entrambe le discipline prevedono un’iniziativa collaterale: Futurity, gara che una volta all’anno mette a confronto i migliori giovani cavalli per ogni disciplina, risultando così il miglior palcoscenico possibile per allevamenti e addestratori.

 

Il padiglione 11 ospita gli Speed Events, con le specialità più attese della monta americana, il Barrel Racing e il Pole Bending: gare di velocità che vedono un binomio in slalom, rispettivamente, fra tre barili e sei paletti. Grande novità di quest’anno è il Campionato Europeo che si aggiunge alla Top 15 di Barrel e alla Top 16 di Pole, per un totale di oltre 220 binomi e trenta ore di gara complessive.

Ad inaugurare tutte le mattine il padiglione 11 sono i giovani cavalieri del Pony Games WSGA: più di cento bambini dai 7 ai 14 anni che si misurano con il grande pubblico, insieme ai loro pony, nelle maggiori discipline western.

Dalle 20 a mezzanotte il padiglione cambia volto e diventa un grande saloon con birre artigianali, mercatino vintage e Line Dance, il tipico ballo country che raduna appassionati da tutto il mondo, occasione di divertimento e intrattenimento per tutti.

La Gimcana Western, poi, si trova al padiglione 9 con una prova di abilità e velocità in cui il binomio deve eseguire nel minor tempo possibile un percorso ad ostacoli, che presenta la morfologia di un sentiero di campagna. A completare la morfologia delle razze americane, infine, una vetrina d’elite degli allevamenti di Quarter Horse, Paint e Appaloosa.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.