IT   EN

Ultimi tweet

Violenza giovanile in Svizzera: una guida per la prevenzione

Le misure semplici, riferite alla vita quotidiana, sono quelle più efficaci per prevenire la violenza giovanile. Affinché gli attori della prevenzione sul campo possano scegliere gli approcci migliori, nel quadro del programma nazionale Giovani e violenza è stata pubblicata una guida che presenta 26 criteri concreti di buona pratica nei contesti della famiglia, della scuola e dello spazio sociale.

 

 

Risse all’uscita dalle discoteche, regolamenti di conti a colpi di coltello, mobbing o molestie sessuali: la violenza giovanile può manifestarsi nelle forme più disparate. Non esiste una sola e unica soluzione per poter arginare questo problema dalle molteplici cause; quel che è certo, però, è che un intervento più capillare presso le famiglie, a scuola, per strada o nei luoghi del tempo libero dà buoni frutti.

Misure semplici e riferite alla vita quotidiana

In materia di prevenzione, gli interventi più costosi e con più risonanza non sono necessariamente efficaci. Spesso le misure migliori sono semplici e si riferiscono alla vita quotidiana: puntare sul lavoro relazionale, coltivare valori comuni, garantire la partecipazione delle persone interessate o limitare il consumo di alcol. Questi sono solo alcuni degli approcci presentati nella guida Criteri di buona pratica per la prevenzione della violenza giovanile in famiglia, a scuola e nello spazio sociale, elaborata da Carlo Fabian e Nadine Kaeser della Scuola superiore di lavoro sociale della Scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale.

Uno strumento per gli operatori sociali, gli insegnanti e i poliziotti

La guida è uno strumento di lavoro affidabile e scientificamente fondato che si rivolge ai responsabili decisionali ed ai professionisti attivi direttamente sul campo (educatori, insegnanti, poliziotti ecc.). La pubblicazione serve a scegliere le misure più appropriate, a ripensare le pratiche esistenti o ad elaborare nuovi progetti di prevenzione.

Programma di prevenzione Giovani e violenza
Nel giugno del 2010 il Consiglio federale ha approvato il programma nazionale di prevenzione Giovani e violenza. Previsto su cinque anni (2011–2015), questo si basa su una collaborazione tripartita tra Confederazione, Cantoni, Città e Comuni e mira a gettare le basi per una prevenzione efficace della violenza in Svizzera. Quattro i principali campi d’azione: lo sviluppo di una base di conoscenze sulle buone pratiche di prevenzione della violenza, l’ampia diffusione delle conoscenze acquisite in forma utile alla prassi, la promozione dei contatti tra i diversi attori del settore e un migliore coordinamento tra prevenzione, intervento e repressione. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet www.giovanieviolenza.ch.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.