IT   EN

Ultimi tweet

VIDEO DIAGNOSI PRECOCE NELLA SCLEROSI MULTIPLA- PROF.SSA TROJANO, BARI

 

Intervista alla prof.ssa Maria Trojano, Professore di Neurologia, Università di Bari in occasione del congresso europeo sulla sclerosi multipla ECTRIMS 2016 a Londra.

Sono stati presentati i risultati di nuove analisi di tre studi di fase III di ocrelizumab nella sclerosi multipla recidivante remittente 'SMRR' e primariamente progressiva 'SMPP' in occasione del 32esimo Congresso dello European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis 'ECTRIMS', che si è tenuto a Londra dal 14 al 17 settembre.


Analisi  post-hoc hanno misurato il controllo della malattia usando una combinazione di risultati clinici e di risonanza magnetica 'MRI': ocrelizumab ha dimostrato di migliorare il controllo dell'attività di malattia in pazienti con SMRR cioè nessuna evidenza di attività di malattia – NEDA e con SMPP cioè nessun evidenza di progressione – NEP. Questi endpoint compositi stanno emergendo come nuovi parametri per designare obiettivi di trattamento.


Un'analisi NEDA dei dati emersi dagli studi di Phase III OPERA I e OPERA II ha confrontato per oltre due anni la non evidenza di attività di malattia durante periodi di tempo differenti.

www.salutedomani.com

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.