IT   EN

Ultimi tweet

Verona, Federfarma proroga la Social Card per acquisti

Federfarma comunica di aver firmato la proroga a tutto l’anno 2014 della convenzione con i Ministeri dell’economia, del lavoro e della salute, per l’utilizzo in farmacia della Carta acquisti, nota come Social card.

I cittadini titolari della Carta acquisti possono quindi continuare a effettuare acquisti in farmacia utilizzando tale carta elettronica prepagata che viene caricata con 40 euro al mese oppure 80 al bimestre, non è abilitata al prelievo in contanti e utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

 

Le  90 farmacie che hanno aderito a Verona e provincia sono riconoscibili dalla locandina allegata, e risultano essere il doppio della media nazionale che si ferma a 46 farmacie per provincia. La lista completa sul sito www.federfarmaverona.it nella sezione “La parola al farmacista-social card”.

L’adesione alla convenzione comporta l’impegno per le farmacie praticare uno sconto del 5% sugli acquisti, non inerenti il farmaco e i ticket, pagati con la Carta in oggetto e ad effettuare la misurazione gratuita della pressione arteriosa e/o del peso corporeo, in occasione di un acquisto pagato con la Social Card.

 

«Siamo soddisfatti di poter garantire ancora per tutto il 2014 questo prezioso servizio – dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. Nel 2013 abbiamo registrato un incremento dell’uso delle carte acquisti notando che le cifre prepagate sono state completamente utilizzate, a differenza degli anni precedenti. La Social card in farmacia si inquadra perfettamente nella mission della farmacia. L’attenzione alle persone con maggiori difficoltà è da sempre un punto di “forza” della farmacia, recentemente riconfermato dalla partecipazione alla Giornata di Raccolta del farmaco in collaborazione con il Banco Farmaceutico onlus.

Auspichiamo, inoltre, che a breve possa partire anche il servizio di consegna a domicilio di farmaci e referti ideato da Federfarma Verona, il cui progetto è stato già presentato alle Asl veronesi».

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.