IT   EN

Ultimi tweet

Vaccini, conosci il Decreto legge e i nuovi obblighi?

Il decreto legge 7 giugno 2017 n. 73, attualmente all'esame del Parlamento per la conversione in Legge, estende da 4 a 12  le vaccinazioni obbligatorie nell'infanzia e nell'adolescenza.

Vaccinazioni già obbligatorie:  

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B

Vaccinazioni obbligatorie di nuova introduzione, ma già presenti nel Calendario vaccinale vigente, come “fortemente raccomandate”:

  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b
  • anti-meningococcica B
  • anti-meningococcica C
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella.

Il provvedimento ha l’obiettivo di contrastare il progressivo calo delle vaccinazioni, sia obbligatorie che raccomandate, in atto dal 2013 che ha determinato una copertura vaccinale media nel nostro Paese al di sotto del 95%. Questa è la soglia raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità per garantire la cosiddetta “immunità di gregge”, per proteggere, cioè, indirettamente anche coloro che, per motivi di salute, non possono essere vaccinati.

Le vaccinazioni obbligatorie sono gratuite e devono tutte essere somministrate ai nati dal 2017. Per i nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel calendario vaccinale nazionale vigente nell'anno di nascita. Consulta la tabella con le vaccinazioni obbligatorie per anno di nascita

In generale, il rispetto degli obblighi vaccinali diventa un requisito per l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia (per i bambini da 0 a 6 anni), mentre dalla scuola primaria (scuola elementare) in poi i bambini e i ragazzi possono accedere comunque a scuola, ma, in caso non siano stati rispettati gli obblighi, viene attivato un percorso di recupero della vaccinazione ed è possibile incorrere in sanzioni amministrative.

Per l’anno scolastico 2017-2018, sono dettate specifiche disposizioni transitorie per la fase di prima applicazione del decreto.

Consulta:

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.