IT   EN

Ultimi tweet

Un semplice test ti dice se sei stressato

Lo stress viene spesso definito "il killer silenzioso", a causa dei suoi effetti nascosti e un po' misteriosi sotto molti aspetti, dalle malattie cardiache alla salute mentale. Ora i ricercatori dell'Università di Cincinnati (UC) hanno sviluppato un nuovo test che può facilmente e misurare gli ormoni dello stress, usando il sudore, il sangue, l'urina o la saliva. 

L'obiettivo è realizzare un semplice dispositivo che le persone possano usare a casa per monitorare la propria salute. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista American Chemical Society Sensors .

«Volevo qualcosa che fosse semplice e facile da interpretare- spiega Andrew Steckl, Ohio Eminent Scholar e professore di ingegneria al College of Engineering and Applied Science dell'Università di Cincinnati -forse così non si hanno tutte le informazioni ma dice se è necessario rivolgersi a uno specialista, per essere aiutati».

I ricercatori della UC hanno sviluppato un dispositivo che utilizza la luce ultravioletta per misurare gli ormoni dello stress in una goccia di sangue, sudore, urina o saliva. Questi biomarcatori di stress si trovano in tutti questi fluidi, anche se in quantità diverse.

Steckl studia biosensori da anni nel suo laboratorio di nanoelettronica. L'ultima pubblicazione fa parte di una serie di articoli di ricerca che il suo gruppo ha scritto sui biosensori, tra cui uno che fornisce una revisione dei metodi per la diagnostica point-of-care dei biomarcatori dello stress. Tutto nasce da una necessità personale, per una crisi di salute del padre, che gli ha fatto capire come un test semplice da fare a casa potesse essere di estrema utlilità.

«Ho dovuto portarlo spesso al laboratorio o al medico per fare dei test per aggiustare la prescrizione medica -racconta Steckl- pensavo che sarebbe stato bello se avesse potuto fare da solo i vari test per vedere se c'erano davvero problemi. Questo nostro test non sostituisce i test di laboratorio ma può dare una indicazione importante ai pazienti».

L'Università di Cincinnati ha ricevuto finanziamenti per il progetto dalla National Science Foundation e dalla US Air Force Research Lab. Steckl afferma che gli studi militari sottolineano l'impatto dello stress acuto nei piloti, che sta spingendo al limite le prestazioni umane: «I piloti sono sottoposti a un enorme stress durante le missioni; il controllore di terra vorrebbe sapere quando il pilota sta raggiungendo il limite delle proprie capacità di controllare correttamente la missione e intervenire prima che sia troppo tardi fuori prima di un finale catastrofico».

Tuttavia il dispositivo dell'Università di Cincinnati può avere un utilizzo più diffuso nella popolazione e quindi si stanno perseguendo anche possibilità commerciali.

«Non sostituirà un'analisi del sangue completa in laboratorio, non è questo l'intento- aggiunge- Ma se sei in grado di fare il test a casa perché non ti senti bene e vuoi sapere a che punto sei con la salute, questo ti dirà se le tue condizioni sono cambiate molto o poco».

Prajokta Ray, il primo autore dello studio, si è detta entusiasta di lavorare su un problema con una ricaduta così ampia sulla popolazione: «Lo stress ci danneggia in molti modi e si insinua dentro di noi, non sai quanto può essere devastante uno stress di breve o lunga durata -prosegue Ray- Così tanti disturbi fisici come il diabete, l'ipertensione e i disturbi neurologici o quelli psicologici sono attribuiti allo stress. Quindi capire come esso influenzi ogni singola persona protrebbe esser molto prezioso. I ricercatori si sono impegnati molto a sviluppare un test economico, facile ed efficace e di rilevare questi ormoni in basse concentrazioni».

Antonio Caperna

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.