IT   EN

Ultimi tweet

TUMORE AL POLMONE: CAMPAGNA “ILLUMINA NOVEMBRE” PER IL MESE DI SENSIBILIZZAZIONE

Anche quest’anno, ALCASE Italia porterà avanti la sua campagna nazionale, “Illumina Novembre”. La campagna per tutto il mese avrà lo scopo di creare occasioni di sensibilizzare, la popolazione e le istituzioni, su una malattia di cui si parla sempre molto poco.

Le piazze e i altri luoghi pubblici di ben 89 comuni della Penisola saranno illuminati di bianco. Quest’anno, grazie al supporto non condizionato e di AstraZeneca, parteciperanno all’iniziativa Roma, Milano Napoli, Bologna, Venezia, Parma, Modena, Perugia, Siracusa, Pescara, Trento (la lista completa e sempre aggiornata è disponibile su: https://www.alcase.eu/illumina-novembre-2019/). 

E’ dal 2003 che ALCASE è fortemente impegnata a supporto di tutti i pazienti affetti da tumore del polmone e dei loro familiari. Fu proprio nel 2003 la proclamazione, a livello internazionale, di Novembre come Lung Cancer Awareness Month (LCAM, Lung cancer awareness month – 20 years of solidarity) ovvero“Mese di Sensibilizzazione sul Cancro del Polmone”. 

“Illumina Novembre” è un’iniziativa di forte impatto visivo ed emotivo, che sta cercando di diffondersi il più possibile nelle piazze d’Italia. Consiste nell’illuminare o “vestire” (con luci o nastri o fiocchi o palloncini...) di bianco (colore internazionalmente scelto per indicare la neoplasia polmonare) per un giorno, un weekend, una settimana o l'intero mese di novembre una parte del territorio Italiano. Sia esso una abitazione privata, un singolo edificio, pubblico o privato, o un luogo simbolo di una città. Alle amministrazioni comunali di tutte le città capoluogo d’Italia, in particolare, si è chiesto di illuminare un monumento, la facciata di un palazzo, una fontana e di esporre le locandine e/o lo striscione esplicativi dell’iniziativa. 

“Illumina Novembre” è ormai un appuntamento fisso per catturare l’attenzione dell’opinione pubblica verso una patologia che rimane ancora oggi ancorata al “marchio negativo del fumatore” e a quello, altrettanto negativo, “dell’incurabilità”. Oggi non è più così: sono numerosi i giovani e le donne, spesso non fumatori o ex-fumatori, che si ammalano. E i recenti progressi della biologia molecolare in campo tumorale, unitamente all’introduzione degli immunoterapici, hanno determinato nuove possibilità di cura o di controllo a lungo termine della malattia. Oggi, i malati, che convivono con un cancro ormai “cronicizzato”, godono della stessa qualità di vita che avevano prima di ammalarsi, continuando a svolgere le stesse attività di prima. La ricerca medica sul cancro al polmone rimane gravemente sotto-finanziata (se confrontata a quella di altri tumori) ed i progressi, che pur ci sono, sono assai minori di quelli che si potrebbero ottenere se non ci fosse un tale “gap” di finanziamenti alla ricerca. Anche questo primato negativo, deve essere ben noto a tutti! 

Attraverso la campagna “Illumina Novembre”, l’impegno costante di ALCASE si trasforma in appello per far sì che i malati di cancro al polmone ricevano la giusta empatia, il supporto psicologico, gli adeguati percorsi di cura in tutte le regioni perché non esistono persone malate di serie B. 
 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.