IT   EN

Ultimi tweet

Trapianti: organi ai frontalieri equiparati come domiciliati in Svizzera

Il Consiglio federale ha deciso di scaglionare la messa in vigore della modifica della legge sui trapianti. Le disposizioni sui frontalieri e la definizione adeguata di espianti standardizzati entreranno in vigore già il 1° maggio 2016.

Le altre modifiche dovrebbero entrare in vigore probabilmente verso la metà del 2017.

Nel giugno del 2015 il Parlamento ha approvato diverse modifiche della legge sui trapianti, che verranno realizzate mediante adeguamenti a livello di ordinanza. Due modifiche entreranno in vigore il 1° maggio 2016. La prima disciplina l’attribuzione di organi ai frontalieri, che in futuro, nell’ambito dell’attribuzione di organi per il trapianto, saranno equiparati alle persone domiciliate in Svizzera. Ciò consente di attuare la mozione Maury Pasquier (08.3519).

La seconda riguarda la definizione di espianti standardizzati. La precedente formulazione, molto generale, contenuta nella legge sui trapianti si è dimostrata poco applicabile, richiedendo continuamente di essere precisata. La definizione è ora disciplinata in modo più dettagliato nell’ordinanza sui trapianti, si orienta a quella dell’UE e ha già incontrato il favore delle cerchie interessate nell’ambito dell’elaborazione del messaggio.

Le altre modifiche della legge sui trapianti entreranno in vigore probabilmente verso la metà del 2017. Tra queste vi sono anche quelle che definiscono il momento in cui può intervenire la richiesta agli stretti congiunti di prelevare organi, tessuti o cellule dalla persona deceduta. Sono inoltre definite più dettagliatamente le condizioni alle quali sarà possibile, in caso di mancanza di discernimento del donatore, adottare provvedimenti medici preparatori in vista di un prelievo di organi. Infine le modifiche intendono migliorare la sicurezza finanziaria dei donatori viventi.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.