IT   EN

Ultimi tweet

Terapia tumore al polmone NSCLC con AZD9291 in prima linea. Nuovi dati al #WCLC2015

AstraZeneca ha presentato i dati aggiornati su AZD9291 in prima linea nei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) in fase avanzata e positivi alla mutazione del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFRm) e nei pazienti precedentemente trattati con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) positivi alla mutazione T790M dell'EGFR.

I dati, presentati in occasione della Conferenza Mondiale sul Cancro al Polmone (WCLC 2015), si riferiscono alla coorte di pazienti trattati in prima linea nello studio di fase I AURA-1 e ai pazienti trattati nelle linee più avanzate all’interno degli studi di fase II AURA extension e AURA-2.

 

I dati hanno dimostrato che, su un totale di 60 pazienti ai quali è stato somministrato AZD9291 una volta al giorno come terapia di prima linea, il 72% (intervallo di confidenza (IC) pari al 95% - dal 58% al 82%) ha registrato una sopravvivenza libera da progressione (PFS) a 12 mesi. Il tasso di risposta complessivo confermato (ORR) è stato del 75% (IC 95%, dal 62% all'85%). La durata della risposta (DOR) più lunga è stata pari a 18 mesi1.

 

“Anche se si tratta di dati preliminari, gli ultimi risultati dello studio AURA nella coorte di prima linea rinforzano ulteriormente il potenziale di AZD9291 nel trattamento dei pazienti con tumore al polmone non a piccole cellule positivo alla mutazione EGFRm in stadio avanzato e naive al trattamento", ha dichiarato il professor Suresh S. Ramalingam, presenting author dei dati dello studio AURA nella coorte di prima linea e Direttore di Oncologia Toracica e Oncologia Medica presso la Emory University School of Medicine di Atlanta, negli Stati Uniti.

 

Inoltre, sono stati presentati i dati emersi da due studi di fase II (AURA extension e AURA2) condotti su pazienti precedentemente trattati e positivi alla mutazione T790M dell’EGFR. Sebbene ancora preliminari, questi studi hanno mostrato che il profilo di efficacia e tollerabilità di AZD9291 è in linea con i dati riportati in precedenza. Nello studio AURA extension (n = 201), l’ORR è stato del 61% (IC 95%, dal 54% al 68%); le mediane di PFS e DOR non erano calcolabili (NC). Risultati simili sono stati riscontrati nello studio AURA2 (n = 210). L’ORR si è attestato al 71% (CI 95%, dal 64% al 77%); la mediana di DOR era 7,8 mesi (CI 95%, da 7,1 mesi a NC) e la mediana di PFS era 8,6 mesi (CI 95%, da 8,3 mesi a 9,7 mesi)2-3.

 

"I dati forniscono ulteriori evidenze dell'incoraggiante risposta clinica di AZD9291 nei pazienti con un tumore al polmone non a piccole cellule positivi alla mutazione EGFR in stadio avanzato naive al trattamento e pre-trattati", ha dichiarato Antoine Yver, Responsabile di Oncologia dell'unità globale di Sviluppo dei Farmaci di AstraZeneca. "I dati rinforzano la nostra strategia di sviluppo accelerato con AZD9291, che in tempi straordinariamente rapidi è passato dai primi studi condotti sui pazienti fino alle richieste di approvazione alla Food and Drug Administration e ad altri organi regolatori. AZD9291 è quindi attualmente in fase di revisione da parte delle autorità di regolamentazione a livello mondiale e contiamo di riuscire a rendere disponibile questo farmaco innovativo quanto prima, così da rispondere ai loro bisogni più critici".

 

Il profilo di sicurezza di AZD9291 riscontrato in questi studi è in linea con i dati ottenuti all'inizio dell'anno. Nella coorte di prima linea nello studio AURA-1 gli eventi avversi più comuni in tutti i gruppi di dosaggio e per tutti i gradi sono stati: eruzioni cutanee (77% dei casi in tutti i gradi, 2% in Grado ≥3) e diarrea (73% dei casi in tutti i gradi, 3% nei Gradi ≥3). Questi eventi avversi sono stati i più comuni anche nei due studi AURA di fase II (AURA extension: eruzioni cutanee nel 40% dei casi in tutti i gradi, 1% nei Gradi ≥3, e diarrea nel 45% dei casi in tutti i gradi, 1% nei Gradi ≥3; AURA 2: eruzioni cutanee nel 42% dei casi in tutti i gradi, 1% nei Gradi ≥3 e diarrea nel 39% dei casi in tutti i gradi, 1% nei Gradi ≥3) 1-3.

 

Le richieste di autorizzazione all'immissione in commercio di AZD9291 per il trattamento dell'NSCLC positivo alla mutazione T790M dell'EGFR sono state inoltrate alla Food and Drug Administration (FDA) americana, all'Agenzia Europea del Farmaco (EMA) e alle altre autorità di regolamentazione. Di recente la FDA ha accettato la revisione prioritaria per AZD9291, aggiungendola alle denominazioni di “Breakhtrough theraphy”, “Orphan Drug” e “Fast Track” assegnategli in precedenza dall'autorità di regolamentazione. Anche l'EMA ha concesso la procedura di Valutazione Accelerata per AZD9291.

 

1 Ramalingam SS et al. AZD9291 in treatment-naïve EGFRm advanced NSCLC: AURA first-line cohort. Abstract 1232 [Oral Presentation]. Presented at the 16th World Conference on Lung Cancer, 6-9 September, Denver, CO.

 

2Yang JC et al. AZD9291 in pre-treated T790M positive advanced NSCLC: AURA study Phase II extension cohort. Abstract 943. [Oral Presentation]. Presented at the 16th World Conference on Lung Cancer, 6-9 September, Denver, CO.

 

3Mitsudomi T et al. AZD9291 in pre-treated T790M positive advanced NSCLC: AURA2 Phase II study. Abstract 1406. [Oral Presentation]. Presented at the 16th World Conference on Lung Cancer, 6-9 September, Denver, CO.

 

4Cross DA, et al. AZD9291, an irreversible EGFR TKI, overcomes T790M-mediated resistance to EGFR inhibitors in lung cancer. Cancer Discov. 2014;4:1046-61.

 

5Pollak M. Insulin and insulin-like growth factor signalling in neoplasia. Nat Rev Cancer. 2008:8;915-28.

 

6Szumera-Cie?kiewicz A, et al. EGFR mutation testing on cytological and histological samples in non-small cell lung cancer: a Polish, single institution study and systematic review of European incidence. Int J Clin Exp Pathol. 2013;6:2800-12.

 

7Ellison G, et al. EGFR mutation testing in lung cancer: a review of available methods and their use for analysis of tumour tissue and cytology samples. J Clin Pathol. 2013;66:79-89.

 

8Sharma SV, et al. Epidermal growth factor receptor mutations in lung cancer. Nat Rev Cancer. 2007;7:169-81.

 

9Mok TS, et al. Gefitinib or Carboplatin-Paclitaxel in Pulmonary Adenocarcinoma. N Engl J Med. 2009;361:947-57.

 

10Rosell R, et al. Erlotinib versus standard chemotherapy as first-line treatment for European patients with advanced EGFR mutation-positive non-small-cell lung cancer (EURTAC): a multicentre, open-label, randomised phase 3 trial. Lancet Oncol. 2012;13:239–46.

 

11Yu H, et al. Analysis of Tumor Specimens at the Time of Acquired Resistance to EGFR-TKI Therapy in 155 Patients with EGFR-Mutant Lung Cancers. Clin Cancer Res. 2013:19:2240-7.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.