IT   EN

Ultimi tweet

TERAPIA SARCOMA LILLY: NO CONFERMA DI BENEFICO CLINICO

Eli Lilly and Company ha annunciato che i risultati di ANNOUNCE, lo studio di fase III di olaratumab, in combinazione con doxorubicina in pazienti con sarcoma dei tessuti molli avanzati o metastatici (STS), non hanno confermato il beneficio clinico di olaratumab in combinazione con doxorubicina rispetto alla sola doxorubicina.

Nello specifico, lo studio non ha raggiunto gli endpoint primari di sopravvivenza globale (OS) nella popolazione totale oggetto di studio o nella sotto-popolazione di leiomiosarcoma (LMS). Olaratumab è stato ben tollerato dai pazienti; non sono state identificate criticità nel profilo di sicurezza che è risultato sostanzialmente comparabile nei due bracci di trattamento. Lilly presenterà i dati dello studio ANNOUNCE in un prossimo congresso scientifico e pubblicherà i risultati. L'approvazione definitiva dipendeva dalla verifica del beneficio clinico in uno studio di conferma. Poiché lo studio ANNOUNCE non ha confermato tale beneficio clinico, Lilly sta lavorando con le agenzie regolatorie globali per determinare le azioni più adeguate in merito ad Olaratumab.

Mentre si provvede alla definizione di tali azioni, i pazienti attualmente in terapia con Olaratumab possono, in accordo con il loro medico, continuare la terapia se ne stanno ricevendo un beneficio clinico. Per i pazienti con Sarcoma dei tessuti molli non precedentemente trattati con Olaratumab, i risultati dello studio di Fase 3 non supportano l'inizio del trattamento con Olaratumab , se non all’interno della partecipazione a una sperimentazione clinica. Lilly ha quindi deciso di sospendere la promozione di Olaratumab.

"Lilly è rimasta sorpresa e delusa dal fatto che Olaratumab non abbia migliorato la sopravvivenza dei pazienti con sarcoma avanzato dei tessuti molli", ha affermato Anne White, presidente di Lilly Oncology.

I sarcomi sono un tipo relativamente raro di cancro che di solito origina dai tessuti connettivi del corpo, come grasso, vasi sanguigni, nervi, ossa, muscoli, tessuti cutanei profondi e cartilagini. Il sarcoma dei tessuti molli (STS) è una malattia complessa con più sottotipi, che rende difficile la diagnosi e il trattamento. In tutta Europa sono circa 23.000 le persone colpite ogni anno da questo tumore. Per decenni, non ci sono stati progressi terapeutici in prima linea per questa patologia che ne abbiano migliorato la sopravvivenza.  

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.