IT   EN

Ultimi tweet

Terapia sarcoma, i nuovi dati su lurbinectedina e trabectedina al congresso #CTOS2020

Al 25° Congresso Internazionale CTOS 2020, che si terrà virtualmente dal 18 al 21 novembre, PharmaMar (MSE:PHM) presenterà nuovi dati su ZepzelcaTM (lurbinectedina) in combinazione con l'irinotecan in pazienti affetti da sarcoma dei tessuti molli provenienti da uno studio di Fase Ib-II, che è già in fase di espansione dopo i primi risultati.

Saranno presentati anche i risultati iniziali sulla sicurezza della combinazione di Yondelis® (trabectedina) con l'immunoterapia (nivolumab) per il trattamento del sarcoma dei tessuti molli, nonché uno studio traslazionale del gruppo di ricerca spagnolo sul sarcoma (GEIS) in cui saranno rivelati i possibili predittori della risposta alla trabectedina in un sottogruppo di pazienti con sarcoma dei tessuti molli avanzato attraverso il controllo immunologico con biomarcatori.

ZepzelcaTM (lurbinectedina)

Il poster intitolato "Lurbinectedina in combinazione con l'irinotecan nei pazienti (PTS) con sarcomi dei tessuti molli (STS)", presenterà la valutazione della lurbinectedina in combinazione con l'irinotecan nei pazienti con sarcoma dei tessuti molli, in due diverse coorti: una coorte A con dosi fisse di irinotecan (75 mg/m2) e una coorte B con dosi fisse di lurbinectedina (3 mg/m2). Inoltre, sottolineerà l'efficacia nei pazienti con sarcoma sinoviale, un sottotipo di sarcoma dei tessuti molli in cui è stata osservata un'attività antitumorale.

La combinazione è stata ben tollerata in entrambe le coorti. Per quanto riguarda la tossicità non ematologica, è stata correlata alla fatica e agli eventi avversi gastrointestinali, anche se tutti erano lievi (grado 1-2) e transitori, ad eccezione di un caso di diarrea di grado 3.

Ci sono segni di attività in entrambe le coorti, soprattutto sulla base di una malattia stabile a lungo termine, e in alcuni pazienti con tempi di non progressione più lunghi rispetto a quelli osservati con l'ultima linea di terapia precedente.

Nei pazienti con sarcoma sinoviale (la maggior parte di trattati con almeno 2 precedenti linee di chemioterapia), la combinazione è risultata ben tollerata e ha mostrato una promettente attività antitumorale. Di conseguenza, nei prossimi mesi verrà reclutata una nuova coorte di pazienti affetti da sarcoma sinoviale per ottenere dati di efficacia più consolidati.

Nel giugno 2020, l'Agenzia americana per i farmaci (FDA) ha concesso l'approvazione accelerata alla lurbinectedina per il trattamento di pazienti adulti con tumore polmonare a piccole cellule metastatiche con progressione della malattia, dopo il trattamento con chemioterapia a base di platino, sulla base dei risultati di uno studio di Fase II. Inoltre, è stata osservata una sinergia positiva con la lurbinectedina in combinazione con l'irinotecan in modelli preclinici, che ha portato alla progettazione e alla conduzione di questo studio di Fase Ib-II, che ha già reclutato un totale di 130 pazienti adulti con vari tipi di tumori solidi.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.