IT   EN

Ultimi tweet

Strategia nutrizionale svizzera: consumare cibo restando in salute

Un’alimentazione varia ed equilibrata è fondamentale per la nostra salute e aiuta a prevenire le malattie non trasmissibili. Il ruolo principale è rivestito dalla responsabilità personale e da conoscenze più approfondite in questo ambito, che costituiscono gli elementi portanti della nuova strategia nutrizionale.

La nuova strategia nutrizionale 2017–2024 dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV) ha una missione chiara: fare in modo che tutti in Svizzera possano optare per un’alimentazione varia ed equilibrata indipendentemente dall’età, dall’origine o dalle disponibilità economiche. I due obiettivi che persegue in particolare sono

  • Far sì che la popolazione conosca le raccomandazioni nutrizionali grazie alla disponibilità di informazioni chiare e attuabili facilmente nel quotidiano.
  • Una collaborazione volontaria dell’industria alimentare, con ancor più produttori e fornitori di derrate alimentari e pasti che contribuiscono volontariamente a un’alimentazione sana.

Per raggiungere questi obiettivi la nuova strategia nutrizionale, analogamente a quella sulle malattie non trasmissibili, poggia su quattro aree concrete di intervento. Oltre che informare la popolazione e migliorare le condizioni quadro, come già detto sopra, si tratta anche di coordinare meglio le attività in ambito nutrizionale e di svolgere un monitoraggio. Riguardo a quest’ultimo i risultati emersi dal recente sondaggio nazionale sull’alimentazione «menuCH» illustrano ad esempio le sfide attualmente presenti.

Piano d’azione con provvedimenti concreti

Successivamente, entro fine 2017 l’USAV elaborerà un piano d’azione con provvedimenti concreti e obiettivi misurabili basati sulle quattro aree di intervento citate. Questa attività verrà svolta in stretta collaborazione con importanti attori quali autorità cantonali, altri uffici federali, rappresentanti dell’economia, di associazioni di tutela dei consumatori, della promozione della salute e delle associazioni di categoria mediche. 

Prevenzione delle malattie non trasmissibili

La nuova strategia prende spunto dalla Strategia nazionale sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili, dato il notevole contributo fornito da un’alimentazione equilibrata alla prevenzione di malattie quali diabete, disturbi cardiovascolari e determinate forme tumorali. Chi mangia sano ha maggiori possibilità di restare sano.


Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.