IT   EN

Ultimi tweet

Statistiche della salute 2014 in Svizzera

L’Ufficio federale di statistica (UST) ha pubblicato la versione completamente aggiornata della pubblicazione di riferimento per il tema della salute, che offre una panoramica dei dati statistici disponibili sullo stato di salute della popolazione, sulle principali cause di morte, sui cambiamenti dei comportamenti in materia di salute, nonché sull'evoluzione del sistema sanitario e del suo finanziamento.


Quali sono le principali cause di morte in Svizzera e qual è il loro andamento? Quante protesi dell'anca sono state applicate nel 2012? In quali regioni si ricorre più frequentemente al parto cesareo? Quali sono le classi di età più esposte al rischio di un eccessivo consumo di alcol? Quali sono i Cantoni che hanno ricoverato nei propri ospedali la maggiore proporzione di pazienti di altri Cantoni? Qual è la quota di ricoveri ospedalieri finanziati dall'assicurazione malattia obbligatoria? E quella di cure ambulatoriali prestate negli ospedali?

La pubblicazione «Statistiche della salute 2014» fornisce a queste e a numerose altre domande risposte basate su cifre e corredate da circa 150 grafici e carte. In oltre 90 pagine, presenta una sintesi dei più recenti dati disponibili sui determinanti della salute, sullo stato di salute della popolazione, sul ricorso alle cure come pure sul sistema sanitario e sul suo finanziamento. La visione globale integra inoltre i risultati dell'ultima indagine sulla salute in Svizzera, realizzata nel 2012, un glossario e una presentazione delle rilevazioni su cui poggiano le statistiche della salute.

«Statistiche della salute 2014» è perciò il volume statistico di riferimento per tutti gli interessati al tema della salute. Lo completa un dossier elettronico che raggruppa i dati dettagliati dei grafici. Inoltre, dati regolarmente aggiornati e analisi approfondite sugli argomenti affrontati nella pubblicazione sono disponibili consultando le pagine del tema 14 - Salute del portale Internet Statistica svizzera.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.