IT   EN

Ultimi tweet

sì al controprogetto all’iniziativa popolare «Per la sicurezza alimentare»

Il controprogetto all’iniziativa popolare «Per la sicurezza alimentare» (15.050) approvato dal Consiglio degli Stati nella sessione invernale 2016 raccoglie ampio consenso nella CET-N.

Con 22 voti a favore e 2 contrari la Commissione è entrata in materia sul controprogetto e mantiene a grande maggioranza la sua adesione anche nella deliberazione di dettaglio.

Il controprogetto del Consiglio degli Stati trova grande favore in seno alla CET-N soprattutto perché prosegue nella direzione della politica agricola degli ultimi anni, non contiene elementi negativi né sul piano economico né protezionistici e non entra in conflitto con altri articoli costituzionali. Del resto la Commissione apprezza il fatto che il controprogetto consideri l’intero settore agroalimentare non limitandosi all’agricoltura e non richieda un intervento a livello legislativo.

Una minoranza chiede di inserire un ulteriore punto nel testo del controprogetto: la sicurezza alimentare dovrà essere assicurata anche mediante un’attuazione fedele dell’iniziativa contro l’immigrazione di massa. Nella votazione sul complesso il controprogetto è stato accolto con 20 voti favorevoli e 1 contrario e 2 astensioni. La CET-N si è allineata senza opposizioni alla raccomandazione di voto del Consiglio degli Stati di accogliere il controprogetto e respingere l’iniziativa popolare. La Commissione rinuncia all’apertura di una consultazione sul controprogetto poiché ritiene che il controprogetto del Consiglio degli Stati sia molto simile al controprogetto mandato in consultazione dal Consiglio federale nel 2015. Da una consultazione sul controprogetto del Consiglio degli Stati non scaturirebbero nuovi elementi.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.