IT   EN

Ultimi tweet

Sarcoma, ok trabectedina in combinazione con immunoterapia durvalumab #ESMO20

In occasione dell'Congresso della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO), il Gruppo Sarcomi Francese, in collaborazione con PharmaMar (MSE:PHM) ha presentato i risultati di Yondelis®(trabectedina) in combinazione con l'immunoterapia (durvalumab) in pazienti con sarcoma dei tessuti molli avanzati pretrattati.

La presentazione “TRAMUNE, a phase Ib study combining Trabectedin and Durvalumab: Results of the expansion cohort in patients with advanced pretreated Soft Tissue Sarcomas”, ha riportato i risultati positivi della trabectedina, in combinazione con l'immunoterapia durvalumab, concludendo che questa combinazione ha un profilo di sicurezza, efficacia e attività preliminare favorevole, in pazienti con sarcomi dei tessuti molli pretrattati avanzati.

Questo studio multicentrico di fase Ib, condotto dal Dr. Maud Toulmonde, un oncologo medico del Dipartimento di Medicina dell'Istituto Bergonie di Bordeaux (Francia), aveva come obiettivo primario la valutazione della sicurezza, la limitazione delle tossicità (DLT), la dose massima tollerata (MTD) e la dose raccomandata (RD).

Sono stati studiati tre livelli di dose, 1 mg/m2 , 1,2 mg/m2 e 1,5 mg/m2 , in una popolazione di pazienti che soffrono di sarcoma dei tessuti molli avanzato e di cancro ovarico, e sono stati presentati i risultati preliminari per la coorte di pazienti con sarcoma dei tessuti molli avanzato.

Per quanto riguarda l'efficacia e la sicurezza della trabectedina in combinazione con durvalumab, sono stati valutati in totale 30 pazienti, con una dose raccomandata di trabecetedina di 1,2 mg/m2 il primo giorno, seguita da 1.120 mg di durvalumab il secondo giorno; ogni tre settimane.

Nel sottogruppo di 14 pazienti in cui è stata valutata l'efficacia, in sei di essi si è registrata una riduzione del tumore (43%).

In termini di obiettivi secondari, l'attività antitumorale di questa combinazione ha raggiunto un Progression Free Rate (PFR) a 6 mesi del 28,6%. Inoltre, i biomarcatori immunologici dell'attività della trabectedina sono stati esplorati in combinazione con il durvalumab in biopsie tumorali seriali.

Secondo Luis Mora, Direttore Generale della Business Unit Oncologia di PharmaMar, "I risultati positivi ottenuti in questo studio di Fase Ib su pazienti con sarcoma dei tessuti molli avanzati pretrattati con trabectedina in combinazione con durvalumab ci permettono di continuare ad avanzare e a ricercare a beneficio di questi pazienti con l'obiettivo di rendere disponibili nuove alternative terapeutiche".

Si stima che cinque persone su 100.000 in Europa soffrano o soffriranno di sarcoma dei tessuti molli nel corso della loro vita. In particolare, in Spagna, il sarcoma dei tessuti molli colpisce una persona su 20.000, il che significa circa 2.300 casi all'anno [i].

La patologia rappresenta circa l'1% di tutti i tumori maligni ed è responsabile del 2% della mortalità dovuta ai tumori. È un raro tipo di tumore di origine mesenchimale, che può colpire muscoli, grasso, tendini, cartilagine, ossa e altri tessuti. Ci sono più di 70 sottotipi diversi, che spesso compaiono nelle gambe e nelle braccia, ma possono avere origine in qualsiasi parte del corpo.

[i] García del Muro J. Sociedad Española de Oncología Médica (SEOM). Sarcomas de partes blandas. Disponible su: https://seom.org/info-sobre-el-cancer/sarcomas-partes-blandas

Le notizie ESMO 2020 sono nel canale di oncologia http://salutedomani.com/categ/oncologia

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.