IT   EN

Ultimi tweet

SANITA’ VENETO: NUOVA GUARDIA MEDICA INAUGURATA A CAVALLINO

"Quello che serve, dove serve e quando serve non deve mai mancare. Molto bene ha fatto l’Ulss 12 Veneziana a riservare nuove attenzioni e nuovi servizi ai milioni di turisti che già oggi affollano Cavallino, la capitale mondiale delle vacanze all’aria aperta”.

 


Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, commentando l’apertura del servizio di guardia medica turistica, inaugurato nella località balneare della costa veneziana, e profondamente rinnovato rispetto alla struttura precedente, con spazi raddoppiati e nuovi moderni servizi, come il controllo a distanza dei pacemaker.
“La qualità dell’assistenza sanitaria – ha osservato Zaia – è sempre ai primi posti tra le condizioni irrinunciabili per scegliere una località di vacanza che i turisti segnalano in ogni indagine di marketing e questa nuova realizzazione, che si aggiunge a molte altre non solo nell’Ulss 12, contribuisce a fare del Veneto la Regione turistica più sicura al mondo dal punto di vista sanitario”.
Secondo Zaia, “questo è un dato di fatto che molti turisti già passati in Veneto ci riconoscono, e ritengo che possa anche essere uno degli elementi portanti della promozione e commercializzazione del nostro prodotto turistico se opportunamente abbinato agli aspetti tradizionali dell’ambiente, della ricettività, dell’enogastronomia, della storia e della cultura del Veneto”.
Il nuovo ambulatorio di guardia medica turistica del Cavallino è collocato sulla via principale della località e rimarrà aperto 7 giorni su 7 dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 19.30. I locali, completamente ristrutturati e riarredati, consentono di fatto di raddoppiare il volume di attività rispetto al passato, grazie alla presenza di due ambulatori interni e di una più capiente sala d’attesa. Importanti novità anche sul piano delle tecnologie: agli utenti cardiopatici sarà infatti possibile effettuare il controllo a distanza del funzionamento del proprio pacemaker.
Nella scorsa stagione estiva, la guardia medica ha erogato circa 2100 prestazioni. In considerazione dell’aumento dei flussi dal nord Europa, che si attivano con tempi anticipati, l’anno prossimo il servizio partirà dal primo maggio.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.