IT   EN

Ultimi tweet

Sanita': spendere oggi per risparmiare domani

Delineare lo stato dell’arte dei nuovi modelli organizzativi in sanità ed i relativi investimenti a fronte di budget limitati e spesso inadeguati rispetto a nuove disponibilità terapeutiche e/o contesti di sistema, è questo lo scopo del simposio sponsorizzato da Daiichi Sankyo nella cornice del 37° Congresso della Società Italiana di Farmacologia a Napoli.

 

L’analisi oggettiva dell’attuale sistema welfare non può prescindere dalla valutazione della congruità delle voci di spesa rispetto a parametri specifici quali incidenza epidemiologica, piuttosto che costi correlati alla singola patologia. La recente registrazione di alcune tra le nuove risposte terapeutiche a patologie invalidanti, ad alto tasso di mortalità e con costi elevati, ha aperto la strada ad una nuova metodologia analitica, mirata a conciliare risorse ed esigenze, modificando così il paradigma della valutazione, sempre più focalizzato sui vantaggi in termini di efficacia/riduzione dei costi e sulla disponibilità a pagare del sistema.

 

“Occorre ottimizzare la destinazione delle scarse risorse, con un occhio rivolto all’immediato futuro a tutela del paziente, del Sistema Sanitario, dell’industria e della immediata garanzia di accesso su tutto il territorio nazionale dei farmaci più recenti e opportuni. Bisogna avere una visione prospettica che realisticamente possa offrire elementi di valutazione, per payers e stakeholders, su come e perché investire (…non spendere!) in ambito sanitario e farmaceutico”. Ha dichiarato il professor Francesco Saverio Mennini, Research Director, Centre for Economic Evaluation and HTA (EEHTA), Università di Roma “Tor Vergata”.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.