IT   EN

Ultimi tweet

SANITA' LAZIO: UN NUOVO POLIAMBULATORIO A CENTOCELLE

Inaugurata oggi una nuova struttura sanitaria a disposizione dei cittadini nella periferia di Roma, a Centocelle.

Un nuovo poliambulatorio moderno e vicino alle persone. In questa struttura sono state trasferite tutte le attività che venivano svolte nella struttura di P.zza dei Mirti, alle quali si aggiungono il servizio CAD, Centro Assistenza Domiciliare e la Centrale Operativa Assistenza Domiciliare il cui centralino raccoglie tutte le chiamate della ex ASL Roma B per le richieste relative all’assistenza domiciliare. La struttura, conosciuta come “ex scuola Tommaso Grossi”, si trova nel V Municipio e ha come Asl di riferimento la ASL Roma 2 (ex Roma B). I lavori  hanno avuto un costo complessivo di 930,580 euro.

Ecco tutti i servizi offerti dal Poliambulatorio:
  • Ambulatorio Infermieristico
  • Centro Prelievi
  • Attività specialistiche ambulatoriali
  • TSRME (Tutela Salute Riabilitazione Età Evolutiva e Adulti)
  • Disabilità dell’età adulta
  • Medicina Preventiva dell’Età evolutiva
  • CAD, Centro Assistenza Domiciliare
  • Centrale Operativa Assistenza Domiciliare
  • CUP, con 6 postazioni
  • Direzione del Distretto
  • CSM, Centro di Salute Mentale, già presente con ingresso in Via degli Eucalipti, 20
Le altre strutture a disposizione dei cittadini in questo territorio. Nel territorio del V Municipio, che conta 240.000 abitanti, sono presenti altre strutture a disposizione dei cittadini:
  •  il Poliambulatorio di via della Rustica
  • il Presidio/Poliambulatorio di via Bresadola 56 dove  è attivo dal dicembre 2014 l’Ambulatorio di Cure Primarie (ACP) gestito dai Medici di Medicina Generale e aperto a tutti i cittadini nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle ore 19.
  • il Poliambulatorio di S. Caterina delle Rose, in via Nicolò Forteguerri 4 (ex ASL Roma C), dove è stato attivato il centro Dialisi con 8 posti letto e il Centro Curare con Cura per pazienti disabili non collaboranti.
“L'assistenza domiciliare è una nuova frontiera che va sviluppata e sono contento che la nostra attenzione vada alle periferie, nei luoghi della città a maggiore densità di popolazione e dove  l'esigenza del diritto alla salute è più avvertita – lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: è importantissimo che tutto questo avvenga con i conti in ordine. Abbandoniamo una struttura vecchia, obsoleta e piccola che costava circa 200 mila euro per approdare in una struttura pubblica che ne costa circa 70 mila. Spendiamo di meno e aumentiamo i servizi”- ha detto ancora Zingaretti.
 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.