IT   EN

Ultimi tweet

Sanità2020 in Svizzera: dieci priorità per il 2016

Il Consiglio federale è stato informato dei progressi compiuti nell’ambito della strategia Sanità2020. Il Dipartimento federale dell’interno (DFI) ha fissato per il 2016 dieci nuove priorità che vanno ad aggiungersi alla Strategia nazionale sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili nonché alla riduzione delle prestazioni mediche inefficaci.

Il capo del DFI Alain Berset ha informato il Consiglio federale sui progressi compiuti e sulle priorità per i prossimi anni. Per quello in corso il DFI, in sintonia con gli obiettivi annuali del Consiglio federale, ha definito dieci priorità: 

1.   approvazione delle ordinanze rivedute in materia di radioprotezione;
2.   decisione sul seguito dei lavori per la revisione totale della legge federale sugli esami genetici sull’essere umano (LEGU); 
3.   approvazione della «Strategia nazionale sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili (MNT)»;  
4.   approvazione della revisione dell’ordinanza sulla compensazione dei rischi nell’assicurazione malattie (OCoR); 
5.   avvio della procedura di consultazione sulla modifica della legge federale sull’assicurazione malattie concernente l’introduzione
      di un sistema di prezzi di riferimento;
6.   approvazione delle risorse per l’istituzione di un’unità per la valutazione delle tecnologie sanitarie;
7.   avvio della consultazione su un nuovo disciplinamento dell’obbligo di assunzione delle prestazioni di medicina complementare
      nel quadro dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie;
8.   decisione in merito all’entrata in vigore all’inizio del 2017 della legge federale sulla cartella informatizzata del paziente (LCIP) e
      delle pertinenti disposizioni d’esecuzione;
9.   approvazione del Piano d’azione prevenzione del suicidio (in adempimento della mozione Ingold 11.3973);
10. adozione del messaggio sull’approvazione e l’attuazione della Convenzione Medicrime del Consiglio d’Europa.

Il finanziamento sostenibile, in vista dell'ulteriore aumento dei costi della salute, costituisce un obiettivo centrale di Sanità2020. Per questa ragione, l’aumento dell’efficacia ha un ruolo ancora più importante in tutte le misure e i progetti settoriali.

Bilancio 2015: realizzate otto delle dieci priorità
Nel 2015 è stato possibile realizzare secondo i piani otto delle dieci priorità. Il Consiglio federale ha adottato quattro messaggi, tre strategie nazionali e un rapporto:

1.   Messaggio sulla revisione parziale della legge federale sull’assicurazione malattie. Gestione strategica del settore
      ambulatoriale.
2.   Messaggio concernente la modifica della legge federale sull’assicurazione malattie. Rafforzamento della qualità e
      dell’economicità.
3.   Messaggio concernente la legge federale sui prodotti del tabacco.
4.   Messaggio concernente la legge federale sulle professioni sanitarie.
5.   Strategia nazionale contro le resistenze agli antibiotici.
6.   Strategia nazionale dipendenze.
7.   Strategia nazionale per la sorveglianza, la prevenzione e la lotta contro le infezioni nosocomiali.
8.   Rapporto sul rafforzamento dei diritti dei pazienti (in adempimento dei postulati Kessler, Gilli e Steiert).

Altri due rapporti che erano stati considerati prioritari nel 2015 saranno conclusi durante l’anno in corso. Il rapporto sulla strategia per le cure di lunga durata sarà sottoposto per approvazione al Consiglio federale nelle prossime settimane. Il rapporto sulle misure auspicate nel settore della salute mentale è stato posticipato per permettere di coordinare tali misure con la Strategia nazionale sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili (Strategia MNT), decisa dal Consiglio federale nell’aprile 2016.

Sanità2020
Con la strategia Sanità2020 lanciata nel 2013, il Consiglio federale intende migliorare in modo mirato il sistema sanitario coinvolgendo i partner della politica sanitaria. Il sistema sanitario deve essere improntato in modo ottimale alle sfide future e porre al centro la persona con le sue necessità. La strategia include le quattro aree d’intervento qualità di vita, pari opportunità, qualità delle cure e trasparenza, con complessivamente 12 obiettivi.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.