IT   EN

Ultimi tweet

Salute Lombardia, inaugurati da Mantovani nuovi reparti a Cuggiono

 

"È un momento importante per l'ospedale e la sua comunità. Cuggiono infatti è una struttura che è stata sempre difesa e sostenuta da tutte le parti politiche. Siamo pertanto lieti del nuovo traguardo raggiunto sul fronte delle risorse, dell'efficienza e della qualità: ne beneficerà infatti l'intero territorio".

 

Così il vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani è intervenuto presso il presidio ospedaliero di via Badi, per l'inaugurazione dei nuovi reparti del blocco operatorio, day surgery, endoscopia digestiva, poliambulatorio e attività oculistica. Oltre a Mantovani erano presenti l'assessore all'Economia di Regione Lombardia Massimo Garavaglia, i sindaci di Cuggiono, Bernate Ticino, Magnago e Dairago ed il direttore generale Carla Dotti.

 

INVESTIMENTO IMPORTANTE - Un investimento complessivo di 10,3 milioni di euro che ha caratterizzato i lavori avviati nel 2010 che rilanciano il nosocomio del Castanese, capace di far registrare ogni anno 3.500 ricoveri, di cui l'88% proveniente dai territori della stessa Asl e con 461 mila visite ambulatoriali erogate.

 

LA GENTE SI FIDA - "Questo - ha osservato l'assessore alla Salute lombardo - è un chiaro segnale che i cittadini si fidano del loro ospedale. Ho trovato pertanto inopportune alcune false notizie di stampa diffuse nei mesi scorsi da un giornale locale sulla chiusura del presidio. La stampa ha compiti di responsabilità nel riferire la verità dei fatti e non fantasie strumentali. Regione Lombardia infatti crede in questa struttura e negli operatori che qui lavorano da sempre con dedizione, passione e impegno. A loro va tutta la nostra gratitudine".

 

REGIONE IN CAMPO - L'assessore alla Salute ha quindi rimarcato la decisione della Giunta lombarda di aver destinato nell'ultimo anno per l'Azienda ospedaliera di Legnano 21 milioni di euro, con la stabilizzazione di 62 operatori sanitari. "Chi ha il posto fisso - ha evidenziato il vice presidente - può lavorare in condizioni di maggiore serenità e, quindi, lavorare meglio. Anche su questo fronte Regione Lombardia sta compiendo fino in fondo la sua parte".

 

RADICI PROFONDE, SALUTE DIRITTO DI TUTTI - Il direttore del presidio ha quindi ricordato le radici storiche dell'ospedale di Cuggiono, il primo ad essere stato aperto nella provincia di Milano grazie ai lasciti prima di Benedetto Gualdoni (1792) e, successivamente di Gertrude Beolchi (1825). "Un ospedale - ha concluso l'assessore alla Salute - che è nato grazie a quella generosità e laboriosità che da sempre caratterizzano la nostra gente. Noi intendiamo proseguire su questa strada: la salute è infatti un diritto di tutti i cittadini sancito dalla Costituzione. Siamo per questo al lavoro per garantire sempre più qualità ed efficienza, nell'interesse dei cittadini lombardi".

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.