IT   EN

Ultimi tweet

Ridurre il numero delle prestazioni mediche inefficaci e inefficienti in Svizzera

Il Consiglio federale intende sottoporre a una verifica sistematica i benefici delle prestazioni mediche e delle tecnologie sanitarie per migliorare l?efficienza e la qualità del sistema sanitario.

Occorre intensificare l'identificazione delle prestazioni inefficaci e inefficienti per escluderle dal rimborso dell?assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). A tal scopo, l?Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) aumenterà le risorse destinate alla valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA).

La legge federale sull?assicurazione malattie (LAMal) sancisce che tutte le prestazioni coperte dall?AOMS (assicurazione di base) devono essere efficaci, appropriate ed economiche (criteri EAE) ed essere riesaminate periodicamente secondo questi criteri. Tra queste prestazioni rientrano i medicamenti, le analisi di laboratorio, i mezzi e gli apparecchi nonché le procedure medico-diagnostiche e terapeutiche.

La Svizzera dispone di un?assistenza sanitaria di qualità. Tuttavia vi sono numerose prestazioni inefficaci o inefficienti, anch?esse responsabili di quel 20 per cento circa di costi sanitari che sarebbe possibile risparmiare migliorando l?efficienza.

Il Consiglio federale intende pertanto potenziare la valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA) e provvedere affinché il beneficio terapeutico delle prestazioni mediche sia sistematicamente e periodicamente verificato. In proposito la priorità è posta sul riesame delle prestazioni già soggette all?obbligo di rimborso dell?AOMS. Occorre verificare in modo più intenso quali prestazioni mediche sono appropriate e utili per i pazienti e quali invece non portano loro alcun beneficio. I trattamenti e gli interventi inefficienti, inefficaci e inutili non devono più essere rimborsate dall?AOMS. In tal modo si eviteranno costose offerte eccedentarie o inadeguate di prestazioni sanitarie, aumentando la qualità delle cure, poiché trattamenti e operazioni inutili nascondono sempre dei rischi per la salute dei pazienti.

È già stato avviato un primo programma pilota 2015-2017 per riesaminare le prestazioni attualmente rimborsate dall?AOMS. A tal proposito il Consiglio federale ha approvato nel maggio del 2014 uno stanziamento complessivo di 1,8 milioni di franchi. I primi tre settori sottoposti a una verifica più rigorosa sono le artroscopie del ginocchio, le operazioni alla colonna vertebrale e le terapie di sostituzione contro la carenza di ferro senza anemia. In Svizzera, queste prestazioni sono erogate più spesso rispetto all?estero. Il loro numero sta aumentando mentre il beneficio terapeutico per i pazienti è controverso. Se le prestazioni, o parti di esse, si dimostreranno inefficaci o inutili, non dovranno più essere rimborsate dall?AOMS.

A tal proposito, l?Ufficio federale della sanità pubblica sarà dotato di un?unità che dirigerà il programma HTA, attribuirà dei mandati per l'elaborazione di rapporti HTA e ne coordinerà i lavori. La decisione sui temi da verificare e l?eventuale esclusione di determinate prestazioni dal rimborso dell?AOMS compete al Dipartimento federale dell?interno DFI.

Il rafforzamento della valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA) è uno dei punti fissati nelle priorità di politica sanitaria del Consiglio federale "Sanità2020". Per quanto riguarda il tema HTA, il Parlamento ha richiesto in due mozioni (10.3353 e 10.3451) di analizzare approfonditamente l'economicità delle nuove tecnologie e prestazioni mediche e di eseguire delle perizie in merito.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.