IT   EN

Ultimi tweet

Regina Elena: inaugurati 2000 mq per ricerca biotecnologica, traslazionale e clinica

Si è tenuta oggi la cerimonia di inaugurazione dei nuovi laboratori dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena - IRE svoltasi alla presenza del Presidente Nicola Zingaretti, del Commissario Staordinario IFO Valerio Fabio Alberti e del Direttore Scientifico IRE Ruggero De Maria.


Le attività che venivano svolte presso il Centro di Ricerca  Sperimentale (CRS) IRE, sito nell’area urbana del Tiburtino-Nord (Pietralata) sono ora trasferite nella sede dell’EUR.

Un open space di oltre 2000 mq “stile americano” che  si aggiunge ai 3000 mq di laboratori già attivi. I nuovi Laboratori rappresentano per gli Istituti una grande potenzialità nello scenario biologico e clinico legato al settore delle cellule staminali tumorali e della terapia  a bersaglio molecolare.

“Questa realizzazione è strategica – ha affermato Valerio Fabio Alberti - nell’imprimere un forte impulso alle attività di ricerca dell’Istituto, non solo per il lay-out moderno, efficiente e dotato di importanti tecnologie che permette a ricercatori e clinici di lavorare a stretto contatto, aspetto fondamentale della ricerca traslazionale, con risultati che vanno dal bancone al letto del paziente.” Il Commissario ha ringraziato inoltre i precedenti Direttori Generali, che dal 2009 hanno seguito la realizzazione, Francesco Bevere e Lucio Capurso, oltre ai ricercatori che in questi anni hanno operato con impegno anche se in condizioni di disagio.

Alberti ha anche annunciato le novità del prossimo futuro: l’attivazione della CyberKnife, sistema robotizzato di radiochirurgia stereotassica di cui l’IRE si doterà  grazie a finanziamenti regionali e ministeriali.

 

“L'attivazione dei nuovi laboratori di ricerca e il trasferimento dei ricercatori dal CRS di Pietralata alla sede clinica dell'Istituto – ha detto Ruggero De Maria - costituiscono una svolta per l'oncologia regionale che può finalmente avere un centro di riferimento di livello internazionale per la ricerca sul cancro. La ricerca oncologica ha fatto dei passi da gigante che però si sono concretizzati in procedure cliniche solo in parte. L'assetto innovativo del nuovo atto aziendale presentato alla Regione permetterà di portare finalmente l'alta tecnologica nella diagnostica e nella terapia dei tumori, due settori fondamentali per la salute dei cittadini.” 

 

Infine il Presidente Zingaretti ha sottolineato come la Regione sia impegnata nella ristrutturazione della sanità del Lazio, che significa impegno anche nella ricerca per potenziare e rilanciare poli di eccellenza  della nostra regione, qualificati e competitivi a livello nazionale.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.