IT   EN

Ultimi tweet

Rafforzamento delle HTA: sarà verificato il beneficio di altre prestazioni mediche

Il Dipartimento federale dell'interno (DFI) ha individuato tre nuovi settori per i quali è necessario verificare mediante HTA il beneficio delle prestazioni già rimborsate dall'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS, assicurazione di base).

In tal modo si compie un ulteriore passo verso l'attuazione della decisione del Consiglio federale di rafforzare la verifica sistematica delle prestazioni mediche.

Il Consiglio federale intende sottoporre a una verifica più sistematica i benefici delle prestazioni mediche e delle tecnologie sanitarie per migliorare l'efficienza e la qualità del sistema sanitario. Nel maggio del 2016 ha pertanto deciso di creare un'unità destinata a rafforzare la verifica sistematica e periodica del beneficio delle prestazioni mediche (Health Technology Assessment, HTA) in seno all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Il DFI ha stabilito i settori che dovranno essere verificati mediante HTA. Per farlo l'UFSP ha definito un processo ed elaborato i criteri per la priorizzazione dei settori proposti. I portatori d'interesse e le Commissioni federali competenti (Commissione federale dei medicamenti, Commissione federale delle prestazioni generali e delle questioni fondamentali) sono stati consultati. Pertanto è stato deciso in un primo tempo di verificare i tre settori seguenti:

- automisurazione quotidiana della glicemia nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 non insulino-dipendente;
- impiego di medicamenti contenenti condroitina solfato nel trattamento delle artrosi articolari;
- asportazione di routine di materiali di osteosintesi (p. es. viti, placche, chiodi, fili) utilizzati per il trattamento delle fratture
  ossee.

Si presume che queste tre prestazioni insieme rappresentino un potenziale di risparmio annuale di circa 100 milioni di franchi. In una fase successiva saranno conferiti mandati a istituzioni esterne per l'elaborazione dei rapporti HTA. Se le prestazioni, o parti di esse, si dimostreranno inefficaci o inutili, non dovranno più essere rimborsate dall'AOMS. La decisione sull?eventuale esclusione di determinate prestazioni dal rimborso dell?AOMS compete al DFI o, nel caso dei medicamenti, all'UFSP.

È già stata avviata una prima verifica di tre settori nel quadro del programma pilota 2015-2017 per il riesame di prestazioni attualmente rimborsate dall'AOMS. Si tratta delle artroscopie del ginocchio, delle operazioni alla colonna vertebrale e delle terapie di sostituzione contro la carenza di ferro senza anemia. Ogni persona o istituzione ha la possibilità d'inviare all'UFSP, entro la fine di ottobre 2016, proposte tematiche per l'anno prossimo.

Il rafforzamento delle HTA è una delle priorità di politica sanitaria del Consiglio federale «Sanità2020». L'obiettivo è di evitare costose offerte eccedentarie o inadeguate di prestazioni sanitarie e di aumentare la qualità delle cure, poiché trattamenti e operazioni inutili nascondono sempre dei rischi per la salute dei pazienti.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.