IT   EN

Ultimi tweet

Radiazioni non ionizzanti e stimoli sonori: migliore protezione nell’ utilizzazione

Il Consiglio federale intende proteggere maggiormente la popolazione dai pericoli per la salute derivanti dalle radiazioni non ionizzanti (RNI) e dagli stimoli sonori mediante una nuova legge. Dopo aver preso atto dei risultati della procedura di consultazione, ha incaricato il Dipartimento federale dell’interno (DFI) di elaborare un disegno di legge entro la fine dell’anno.

La legge non concerne gli impianti fissi, come gli impianti di trasmissione per la telefonia mobile o le linee ad alta tensione.

La maggior parte dei partecipanti alla procedura di consultazione ha accolto favorevolmente la proposta di legge. Una parte la sostiene completamente, mentre un'altra riconosce la necessità di disciplinamento, ma esprime riserve sull'emanazione di una nuova legge autonoma in materia. Soltanto un'esigua minoranza respinge la legge nella sua versione attuale, ritenendo che non prenda sufficientemente in considerazione la responsabilità individuale o non sancisca il principio di prevenzione. Il Consiglio federale è tuttavia convinto che le leggi esistenti non possano essere adeguate in modo da garantire una sufficiente protezione della salute dalle RNI e dagli stimoli sonori. Incarica pertanto il DFI di definire chiaramente, nell'elaborazione del relativo messaggio, le disposizioni della nuova legge rispetto alle norme esistenti. Inoltre deve essere precisata la ripartizione dei compiti tra Confederazione, Cantoni e privati.

Le fonti di radiazioni non ionizzanti includono i puntatori laser, i laser medicali e i solarium, che se non vengono utilizzati in modo appropriato possono nuocere alla salute e causare lesioni gravi. La nuova legge federale sulla protezione dai pericoli delle radiazioni non ionizzanti e degli stimoli sonori intende da un lato disciplinare il corretto utilizzo, dall'altro stabilire requisiti chiari per l'importazione, la consegna e il possesso di prodotti che generano RNI o stimoli sonori.

Il nuovo disciplinamento sarà strutturato in modo tale da tener conto dei diversi rischi. Gli apparecchi che costituiscono un pericolo considerevole per la salute, tra cui in primo luogo i puntatori laser, saranno vietati. La legge prevede misure di portata più limitata per i prodotti che possono costituire una seria minaccia per le persone, ma che se utilizzati in modo corretto non espongono a pericolo la salute o la espongono soltanto minimamente. È il caso delle lampade flash per la depilazione o degli apparecchi ad ultrasuoni per i trattamenti estetici. La nuova legge mira soprattutto a un'adeguata formazione e competenza dei fornitori.

Saranno rafforzati i controlli degli apparecchi, come ad esempio dei solarium, azionati dai gestori e non pericolosi per la salute se impiegati conformemente alle indicazioni del fabbricante. In questo modo sarà aumentata la protezione dei giovani e incrementata la responsabilità dei fornitori.

La legge prevede inoltre chiare disposizioni per le situazioni in cui sono utilizzati simultaneamente diversi prodotti che emettono RNI e stimoli sonori, come avviene durante i concerti con proiezioni laser.

La legge non concerne gli impianti fissi, come gli impianti di trasmissione per la telefonia mobile o le linee ad alta tensione, ai quali continuano ad applicarsi le disposizioni della legge federale sulla protezione dell'ambiente e delle relative ordinanze.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.