IT   EN

Ultimi tweet

Psoriasi: Secukinumab riceve il parere positivo del CHMP

Il Committee for Medicinal Products for Human Use (CHMP, Comitato per i Medicinali per Uso Umano) ha espresso un parere positivo, raccomandando l’approvazione di Secukinumab, come trattamento sistemico* di prima linea per la psoriasi a placche da moderata a severa nei pazienti adulti candidati alla terapia sistemica*.

 

Con questa raccomandazione, gli specialisti potranno utilizzare Secukinumab in alternativa agli altri trattamenti sistemici in prima linea che comportano significativi effetti collaterali4. Attualmente, in Europa, tutti i trattamenti biologici per la psoriasi, ivi incluse le terapie anti-fattore di necrosi tumorale (anti-TNF) e Ustekinumab, sono raccomandati come terapia sistemica di seconda linea.

 

E' una bella notizia per i pazienti che soffrono di psoriasi” dice il prof. Girolomoni, Direttore del Reparto Dermatologia dell'Ospedale Civile Maggiore di Verona Borgo Trento e della Cattedra e Scuola di Specializzazione in Dermatologia, “e lo è sicuramente anche per la comunità scientifica. Questo parere ci permetterà di cambiare radicalmente il nostro modo di gestire la malattia e l'approccio terapeutico al paziente con psoriasi da moderata a severa”.

 

Secukinumab (alla dose di 300 mg) è il primo inibitore di interleuchina-17A (IL-17A) raccomandato in Europa come trattamento di prima linea per i pazienti con psoriasi che richiedono una terapia sistemica. Secukinumab agisce inibendo l’azione di IL-17A, una proteina che si trova in concentrazioni elevate nella cute affetta dalla malattia5-10.

 

L’opinione positiva del CHMP per Secukinumab come trattamento di prima linea della psoriasi ci avvicina ulteriormente all’approvazione del farmaco in Europa e alla possibilità di trasformare in realtà la completa risoluzione della sintomatologia cutanea per i pazienti affetti da psoriasi”, ha dichiarato David Epstein, Division Head, Novartis Pharmaceuticals. “Grazie a questi entusiasmanti progressi, siamo in grado di cambiare il modo in cui viene trattata la psoriasi: il 50% dei pazienti è infatti insoddisfatto delle attuali terapie per la psoriasi, e questo dimostra l’impellente bisogno di nuovi trattamenti che forniscano una risoluzione delle manifestazioni cutanee più rapida e duratura”.

 

Lo scopo ultimo del trattamento della psoriasi è la completa risoluzione delle manifestazioni cutanee dei pazienti. Nel corso degli studi, più del 70% dei pazienti trattati con Secukinumab 300 mg ha ottenuto la risoluzione completa (PASI 100) o quasi completa (PASI 90) delle manifestazioni cutanee durante le prime 16 settimane di trattamento1,11.

 

L’opinione del CHMP si è basata sui risultati positivi del programma di studi clinici di Fase III nella psoriasi a placche da moderata a severa e fa seguito all’unanime raccomandazione di approvazione comunicata nel mese di ottobre dal Dermatologic and Ophthalmic Drugs Advisory Committee (DODAC, Comitato consultivo sui farmaci dermatologici e oftalmici) alla US Food and Drug Administration (FDA)1-3,11.

 

Nel corso di questi studi clinici, Secukinumab ha costantemente dimostrato un’elevata efficacia in termini di risoluzione delle manifestazioni cutanee, nonché una superiorità rispetto a Etanercept nello studio di confronto testa a testa FIXTURE1-3,11. Nel corso degli studi FIXTURE ed ERASURE, più del 70% dei pazienti trattati con Secukinumab 300 mg ha ottenuto la risoluzione completa (PASI 100) o quasi completa (PASI 90) delle manifestazioni cutanee durante le prime 16 settimane di trattamento; nella maggior parte dei pazienti questi risultati si sono mantenuti fino alla settimana 52 (con la prosecuzione della terapia)1-3,11. Nel corso degli studi FIXTURE, ERASURE, FEATURE e JUNCTURE (i cui risultati sono stati valutati dalla FDA statunitense), i pazienti con Secukinumab hanno anche mostrato differenze significative già alla settimana 2 e nello studio FIXTURE i pazienti con Secukinumab 300 mg hanno manifestato, in media, una riduzione del 50% dei sintomi entro la settimana 3, rispetto alla settimana 7 per i pazienti in terapia con Etanercept)1-3,11. Secukinumab ha dimostrato un profilo di sicurezza accettabile, con tassi di incidenza e severità degli effetti indesiderati simili tra i due bracci di trattamento (Secukinumab 300 mg e 150 mg)1-3,11.

 

La Commissione europea esaminerà le raccomandazioni del CHMP. La decisione finale in merito all’approvazione – che in genere viene rilasciata circa due mesi dopo il parere del CHMP – sarà applicabile in tutti i Paesi dell’Unione europea (UE) e in quelli dello Spazio economico europeo (SEE).

 

La psoriasi

La psoriasi è una malattia cronica autoimmune caratterizzata dalla presenza di lesioni cutanee ispessite ed estese, chiamate placche, note per causare prurito, desquamazione e dolore; la patologia è associata a un significativo deterioramento della qualità della vita, in termini sia fisici sia psicologici12-14. La psoriasi interessa fino al 3% della popolazione mondiale, ovvero oltre 125 milioni di persone15. In Europa, la stima è pari a circa lo 0,8%, il che significa che la psoriasi a placche interessa circa 3,7 milioni di europei, circa 2,4 milioni dei quali si ritiene siano affetti dalla forma da moderata a severa.


Questa frequente e disabilitante patologia non rappresenta semplicemente un problema estetico: anche i pazienti con sintomi molto lievi ne risentono nella loro vita quotidiana12. Inoltre, esiste un impellente bisogno di nuovi trattamenti per la psoriasi, poiché fino al 50% dei pazienti non è soddisfatto delle terapie attuali, ivi inclusi i trattamenti biologici12,17-19.

 

Secukinumab e interleuchina-17A (IL-17A)

Secukinumab è un anticorpo monoclonale umano che neutralizza selettivamente l’interleuchina-17A (IL-17A)5,6. L’IL-17A si trova in concentrazioni elevate nella cute colpita dalla psoriasi ed è uno dei bersagli preferiti delle terapie sperimentali5-10.


Sono anche in corso di svolgimento studi di Fase IIIb, tra i quali lo studio testa a testa CLEAR di confronto con Secukinumab vs Ustekinumab nella psoriasi a placche da moderata a severa e studi sulla psoriasi palmo-plantare, sulla psoriasi ungueale e sulla psoriasi pustolosa palmo-plantare.


Attualmente sono in corso studi di fase III con Secukinumab nell’artrite psoriasica (AP) e nella spondilite anchilosante (SA); si prevede che le domande di approvazione regolatoria per Secukinumab in queste patologie articolari saranno inoltrate nel 2015.

Sistemico: detto di trattamento o farmaco che viene assorbito nel flusso sanguigno, per poi essere trasportato dove serve

 

 

Riferimenti

1.     Langley RG, Elewski BE, Lebwohl M, et al. Secukinumab in plaque psoriasis: results of two phase three trials. N Engl J Med. 2014. Jul 9;371(4):326-38..

2.     Blauvelt A, Prinz J, Gottlieb AB, et al. Secukinumab Administration by Pre-filled Syringe: Efficacy, Safety, and Usability Results from a Randomized Controlled Trial in Psoriasis (FEATURE). Br J Dermatol. 2014; [published online ahead of print August 16, 2014].

3.     Paul C, Lacour JP, Tedremets L, et al. Efficacy, safety, and usability of secukinumab administration by autoinjector/pen in psoriasis: a randomized, controlled trial (JUNCTURE). J Eur Acad Dermatol Venereol. 2014; [published online ahead of print September 22, 2014].

4.     Mohanan S, Ramassamy S, Chandrashekar L et al. A retrospective analysis of combination methotrexate–cyclosporine therapy in moderate–severe psoriasis. Journal of Dermatological Treatment, 2014; 25: 50–53.

5.     Gaffen SL. Structure and signaling in the IL-17 receptor family. Nat Rev Immunol. 2009;9(8):556-67.

6.     Ivanov S, Linden A. Interleukin-17 as a drug target in human disease. Trends Pharmacol Sci. 2009;30(2):95-103.

7.     Kopf M, Bachmann MF, Marsland BJ. Averting inflammation by targeting the cytokine environment. Nat Rev Drug Discov. 2010; 9(9):703-18.

8.     Onishi RM, Gaffen SL. Interleukin-17 and its target genes: mechanisms of interleukin-17 function in disease. Immunology. 2010;129(3):311-21.

9.     Krueger J, Fretzin S, Suárez-Fariñas M, et al. IL-17A is essential for cell activation and inflammatory gene circuits in subjects with psoriasis. J Allergy Clin Immunol. 2012;130(1):145-154.

10.   Johansen C, Usher PA, Kjellerup RB, et al. Characterization of the interleukin-17 isoforms and receptors in lesional psoriatic skin. Brit J Dermatol. 2009;160(2):319-24.

11.   Novartis data on file. 2013: Clinical study reports for CAIN457A2302 [ERASURE] ; CAIN457A2303 [FIXTURE] ; CAIN457A2304 [SCULPTURE] ; CAIN457A2307 [JUNCTURE] ; CAIN457A2308 [FEATURE].

12.   Stern RS, Nijsten T, Feldman S, et al. Psoriasis Is Common, Carries a Substantial Burden Even When Not Extensive, and Is Associated with Widespread Treatment Dissatisfaction. J Investig Dermatol Symp. 2004;9(2):136-9.Nestle FO, Kaplan DH, Barker J. Psoriasis. N Engl J Med. 2009; 361(5):496-509.

13.   Rapp SR, Feldman SR, Exum ML, Fleischer AB, Jr., Reboussin DM. Psoriasis causes as much disability as other major medical diseases. J Am Acad Dermatol. 1999; 41(3 Pt 1):401-7.

14.   Farley E et al. Psoriasis: comorbidities and associations. G Ital Dermatol Venereol. 2011 Feb;146(1):9-15.

15.   International Federation of Psoriasis Associations (IFPA) World Psoriasis Day website. “About Psoriasis.” http://www.worldpsoriasisday.com/web/page.aspx?refid=114. Accessed February 2014.

16.   European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations (EFPIA) website. “Psoriais.” http://www.efpia.eu/diseases/134/59/Psoriasis. Accessed September 2014.

17.   Christophers E, Griffiths CEM, Gaitanis G, et al. The unmet treatment need for moderate to severe psoriasis: results of a survey and chart review. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2006;20:921-925.

18.   Krueger JG, Koo J, Lebwohl M, et al. The impact of psoriasis on quality of life: Results for a 1998 National Psoriasis Foundation patient membership survey. Arch Derm. 2001;137:280-284.

19.   Sterry W, Barker J, Boehncke WH, et al. Biological therapies in the systemic management of psoriasis: International Consensus Conference. Br J Dermatol. 2004;151 Suppl 69:3-17.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.