IT   EN

Ultimi tweet

Protezione totale contro gli infortuni in Svizzera

Il Consiglio federale intende rivedere alcuni punti della legge federale sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF). Vorrebbe tra l'altro evitare che una persona che ha stipulato un contratto di lavoro sia sprovvista di assicurazione. Inoltre dovrà essere introdotto un limite per evento in caso di catastrofe.

I costi generati dagli adeguamenti sarebbero assunti dai partner sociali e dagli assicuratori. Il Consiglio federale ha trasmesso al Parlamento il disegno di modifica della legge.

Il Consiglio federale ritiene che la legge federale sull'assicurazione contro gli infortuni abbia dato, in linea di massima, buona prova e che il finanziamento delle prestazioni sia garantito. Per questo, la revisione in corso riguarda soltanto singoli punti incontestabilmente deboli. Nel caso di lesioni con conseguenze analoghe a quelle di un infortunio, le incertezze vanno eliminate. Lesioni corporali simili a infortuni, quali lussazioni, fratture ossee o strappi ai legamenti devono essere contemplate dalla LAINF, sempreché l'assicuratore contro gli infortuni non possa provarne il carattere degenerativo o patologico. 

Anche l'inizio dell'assicurazione sarà disciplinato con chiarezza. Secondo la nuova legge, saranno assicurate anche le persone munite di un contratto di lavoro ma che non hanno ancora iniziato a lavorare. I miglioramenti concernono anche i disoccupati la cui protezione contro gli infortuni viene sancita nella legge.

Con la revisione si vogliono evitare le indennità eccessive: le rendite vitalizie LAINF devono potere essere ridotte, a determinate condizioni, con il raggiungimento dell'età ordinaria di pensionamento. In tal modo si potrà evitare che l'infortunato venga a trovarsi in una situazione finanziariamente più vantaggiosa rispetto a una persona che non ha subito infortuni.

In caso di catastrofe viene introdotto un limite per evento. Per danni che superano questo limite, deve essere costituito un fondo di compensazione. Quest'ultimo, in caso di evento di grandi proporzioni, verrebbe alimentato grazie a uno speciale supplemento di premi. Infine viene disciplinata con maggior precisione l'organizzazione della SUVA, in particolare le competenze del consiglio, ossia del consiglio di amministrazione di questo assicuratore composto da partner sociali.

Le associazioni mantello dei partner sociali e gli assicuratori, in qualità di responsabili dell'assicurazione contro gli infortuni, sono stati coinvolti nell'elaborazione della revisione. Nel corso della procedura di consultazione, praticamente tutti gli adeguamenti della legge hanno raccolto ampi consensi. Il relativo messaggio viene ora trasmesso al Parlamento. Nella primavera del 2011 esso aveva respinto una parte del primo pacchetto di riforme del Consiglio federale chiedendo di limitare la revisione all'essenziale.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.