IT   EN

Ultimi tweet

Protezione contro la violenza domestica in Svizzera

La Commissione ha preso atto dell’analisi della situazione e dei bisogni in materia di case per donne maltrattate in Svizzera effettuata da INFRAS su mandato della Conferenza dei direttori e delle direttrici cantonali delle opere sociali e dall’Ufficio federale per l’uguaglianza fra donna e uomo.

Ha preso anche atto di due rapporti del Consiglio federale del gennaio 2015 concernenti il tema della violenza intitolati «Arginare la violenza domestica» e «Actes de violence en Suisse» (Atti di violenza in Svizzera, non disponibile in italiano). La Commissione è stata informata dei lavori in corso a livello di Cantoni e Confederazione.

Con 9 voti contro 8 e 2 astensioni, la Commissione propone al Consiglio nazionale di dare seguito a un’iniziativa parlamentare (13.454) che chiede alla Confederazione di modificare la legge federale concernente l’aiuto alle vittime di reati in modo che i Cantoni provvedano affinché sia garantito un numero sufficiente di posti in istituzioni appropriate che offrono protezione dalle violenze subite nell'ambiente sociale immediato.

Per la maggioranza della Commissione i lavori in corso indicano che vi è bisogno di legiferare e che è appropriato sostenere l’iniziativa parlamentare. La minoranza della Commissione propone di non darvi seguito, poiché ritiene che i lavori in corso, segnatamente quelli in vista della ratifica della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul), stiano andando nella direzione auspicata e siano sufficienti.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.