IT   EN

Ultimi tweet

Prosegue la crescita demografica in Svizzera

Alla fine del 2013, la popolazione residente permanente in Svizzera ammontava a 8'139’600 abitanti, 100’600 persone in più (+1,3%) rispetto al 2012. Il numero di immigrazioni e di emigrazioni è in crescita. Le naturalizzazioni sono il maggior fattore di crescita della popolazione di nazionalità svizzera. Questi sono i risultati definitivi della statistica della popolazione e delle economie domestiche (STATPOP) dell’Ufficio federale di statistica (UST).


Alla fine del 2013 la popolazione residente permanente della Svizzera contava 8'139'600 persone, un totale che comprende i cittadini di nazionalità svizzera e le persone di nazionalità straniera titolari di un'autorizzazione di residenza di una durata minima di 12 mesi o che dimorano in Svizzera da almeno 12 mesi. La popolazione residente permanente è aumentata dell’1,3% (+100’600 persone).

La crescita è il risultato di un incremento naturale di 17'800 persone, pari alla differenza tra le nascite e i decessi, e di una crescita di 82'800 persone risultanti dalla migrazione.

Immigrazione ed emigrazione
Nel 2013 la Svizzera ha registrato 193’300 immigrazioni, 26'100 delle quali da parte di cittadini svizzeri e 167'200 di cittadini stranieri. Rispetto al 2012 la cifra è in aumento (+10,5%), sia tra gli Svizzeri (+8,5%) che tra gli stranieri (+10,8%). Tre quarti degli immigrati stranieri sono europei, essenzialmente tedeschi (26'400 immigrati), portoghesi (20'000), italiani (17'700), francesi (13'600) e spagnoli (9100).

Anche il numero di emigrazioni, che ammonta a 106'200, è in crescita (+2,2%) rispetto al 2012, ovvero diminuisce tra gli Svizzeri (-5,1%) e aumenta tra gli stranieri (+5,2%). Come nel 2012, la Francia resta la destinazione preferita dagli emigranti svizzeri (13,8% nel 2013 contro 14,7% nel 2012), seguita dalla Germania (9,1%) e dagli Stati Uniti (6,9%). I principali gruppi di stranieri che lasciano la Svizzera sono tedeschi (15'900 emigranti), francesi (7300), italiani (6200), portoghesi (5600) e britannici (3700).

Il saldo migratorio, ovvero il risultato della differenza tra il numero di immigrazioni e di emigrazioni, è positivo per gli stranieri (+89’500 persone) e compensa il saldo migratorio negativo degli Svizzeri
(-2400 persone). Gli stranieri entrati nel nostro Paese sono infatti più numerosi di quelli che lo hanno lasciato, contrariamente ai cittadini svizzeri, che tendono a lasciare la patria piuttosto che a tornarci. Il saldo migratorio degli svizzeri è negativo dal 1992.

Crescita della popolazione svizzera essenzialmente grazie alle naturalizzazioni
Nel 2013 la popolazione di nazionalità svizzera è aumentata di 33'100 persone (+0,5%), raggiungendo 6'202'200 abitanti alla fine dell’anno. Tale evoluzione è riconducibile principalmente alle acquisizioni della cittadinanza svizzera (34’100) e anche a un lieve incremento naturale positivo (+400 persone nel 2013).

Una popolazione straniera che vive da molto tempo in Svizzera
Le persone di nazionalità straniera che soggiornano in maniera permanente in Svizzera erano 1'937’400 e rappresentavano il 23,8% della popolazione residente permanente totale (nel 2012 erano il 23,3%). La maggior parte dei residenti stranieri vive da molto tempo in Svizzera. Circa un quinto di loro è nato in Svizzera e si compone di stranieri di seconda e di terza generazione. Tra coloro che sono nati all’estero, quasi la metà vive da 10 o più anni ininterrottamente nel nostro Paese. Gli Italiani, i Tedeschi, i Portoghesi e i Francesi residenti permanenti in Svizzera rappresentavano i tre quarti degli stranieri provenienti da un Paese membro dell'UE/AELS.

Crescita della popolazione in tutti i Cantoni
La popolazione residente permanente è aumentata in tutti i Cantoni. Nel 2013, otto Cantoni su 26 hanno registrato una crescita della popolazione superiore o uguale a quella della media svizzera (+1,3%). Gli incrementi più marcati sono stati osservati nei Cantoni di Friburgo (+2,1%), Vaud (+2,0%), Vallese e Turgovia (entrambi +1,6%), Argovia, Ticino e Ginevra (+1,4% ognuno) e Zugo (+1,3%), mentre quelli meno marcati sono stati registrati nei Cantoni dei Grigioni, Uri, Appenzello Esterno (+0,5% ognuno) e Appenzello Interno (+0,4%).

I fattori che influiscono sull'evoluzione demografica nei Cantoni sono tre: l’incremento naturale, il saldo migratorio internazionale e il saldo migratorio intercantonale. Il Canton Appenzello Interno è cresciuto maggiormente grazie all’incremento naturale, mentre negli altri Cantoni il principale fattore di crescita demografica è stato il saldo migratorio. Per i Cantoni di Basilea Città, Basilea Campagna, Appenzello Esterno, Uri e Ticino, che hanno registrato un'eccedenza di decessi, la progressione della popolazione è dovuta unicamente al saldo migratorio positivo. Il saldo migratorio internazionale è positivo in tutti i Cantoni. La metà dei Cantoni ha registrato un aumento della popolazione grazie ai movimenti intercantonali.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.