IT   EN

Ultimi tweet

Prorogata fino alla fine del 2017 la validita' del TARMED (tariffario medico) in Svizzera

Per non privare di una convenzione tariffale il settore delle prestazioni mediche ambulatoriali, nella sua seduta del 23 novembre 2016 il Consiglio federale ha prorogato la validità dell’attuale TARMED fino alla fine del 2017. I partner tariffali hanno infatti raggiunto un accordo in materia dopo la disdetta della convenzione per la fine del 2016 da parte dell'associazione Gli Ospedali Svizzeri H+. Inoltre il Consiglio federale definisce a titolo provvisorio la struttura tariffale per prestazioni di fisioterapia fino alla fine del 2017.

Dopo che per lungo tempo i partner tariffali non erano riusciti ad accordarsi su una revisione parziale o totale della struttura tariffale per le prestazioni mediche ambulatoriali, nel giugno del 2016 l’associazione Gli Ospedali Svizzeri H+ aveva disdetto la convenzione quadro TARMED per la fine dell’anno. Per evitare una situazione d’assenza di convenzione tariffale, i partner si sono accordati per prorogare il tariffario vigente fino alla fine del 2017, presentando un progetto in tal senso al Consiglio federale che lo ha approvato fino alla fine del 2017. La struttura tariffale vigente contiene le modifiche ordinate dal Consiglio federale nel 2014.

È comunque indiscutibile che il tariffario TARMED necessiti urgentemente di una revisione. La proroga della struttura vigente è pertanto da intendersi come soluzione transitoria fino all’entrata in vigore di una versione modificata del tariffario medico. Dato che entro la fine di ottobre 2016 i partner tariffali non hanno presentato di comune accordo una versione parzialmente o completamente rivisitata del TARMED, il Dipartimento federale dell’interno (DFI) proporrà al Consiglio federale di avvalersi della sua competenza sussidiaria per procedere esso stesso agli adeguamenti necessari. Come già annunciato, il DFI sta lavorando per correggere le posizioni eccessive nel tariffario vigente. L’obiettivo è di porre in consultazione una proposta in merito durante il primo semestre del 2017. Le proposte presentate da alcuni partner tariffali saranno esaminate e prese in considerazione per quanto possibile.

Soluzione transitoria per i fisioterapisti

Il 18 dicembre 2015 il Consiglio federale aveva approvato la proroga della convenzione stipulata tra i partner tariffali nel settore della fisioterapia (Physioswiss, ASPI, H+, Santésuisse et Curafutura). La struttura tariffale per la fatturazione delle prestazioni di fisioterapia è rimasta pertanto la stessa fino al 30 settembre 2016. Dato che al momento non vi è un accordo tra i partner su una nuova struttura tariffale comune, il Consiglio federale ha deciso di prorogare per un periodo limitato quasi tutte le posizioni tariffali vigenti fino al 30 settembre scorso. La proroga si applica con effetto retroattivo dal 1° ottobre 2016 fino al 31 dicembre 2017.

Questa soluzione provvisoria intende garantire la stabilità delle tariffe e la certezza del diritto nel settore della fisioterapia. Offre altresì una nuova opportunità ai partner tariffali per raggiungere un accordo comune. In caso di fallimento, il Consiglio federale analizzerà la struttura vigente e le proposte ricevute nel frattempo da alcuni partner. Se necessario, interverrà direttamente apportando le correzioni dovute, tenendo conto di queste proposte nella misura del possibile.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.