IT   EN

Ultimi tweet

Prix Galien Italia 2019 a Zostavax* (MSD Italia), il Vaccino a virus vivo attenuato contro l' Herpes Zoster. Categoria “Real World Evidence”

Il Vaccino vivo dell’Herpes Zoster (ZOSTAVAX*) conferma il suo profilo di sicurezza, efficacia vaccinale e tollerabilità. A oltre 10 anni dall’immissione in commercio e in seguito alla progressiva introduzione nei programmi nazionali di immunizzazione, si sono accumulati numerosi dati sull’impatto e sull’effectiveness del vaccino. 

In tutto il mondo, grazie alle sue caratteristiche immunologiche innovative, l’impatto del vaccino è stato sempre più evidente, in particolare nei paesi con campagne vaccinali organizzate per l’adulto anziano.

E, per questo, oggi ha ricevuto il prestigioso Prix Galien Italia 2019 nella categoria ‘Real World Evidence’.

“Il vaccino ha un notevole e positivo impatto sociale in relazione all’elevato numero di casi di herpes zoster (circa 157.000 nei soggetti di età pari o superiore ai 50 anni registrati annualmente in Italia). Gli studi condotti nel real word hanno documentato un’efficacia del vaccino con una sola dose superiore al 60% per la prevenzione da herpes zoster e superiore al 80% per la prevenzione della nevralgia post- erpetica. Anche il profilo di sicurezza del vaccino è stato costantemente confermato in oltre 10 anni di studi nel real-world setting.”

Con questa motivazione, il Comitato Scientifico del Prix Galien Italia 2019, coordinato dal Professor Pier Luigi Canonico, ha conferito l’ambito riconoscimento al vaccino vivo attenuato dell’Herpes Zoster, indicato per i soggetti di età pari o superiore a 50 anni che previene la malattia con la somministrazione di un’unica dose.

Il Virus della Varicella Zoster contratto in giovane età permane nei gangli nervosi. Il vaccino, prevenendo la riattivazione del virus, previene l’Herpes Zoster e, soprattutto, la sua dolorosa e invalidante complicanza, la Nevralgia Post Erpetica (PHN).

Si stima che in Italia, ogni anno, si registrino circa 157,000 casi di Herpes Zoster.

Istituito per la prima volta in Francia nel 1970, il Prix Galien rappresenta oggi l’equivalente del Premio Nobel per il settore farmaceutico e il più alto tributo alla ricerca e allo sviluppo in questo campo.

“La Real World Evidence nel campo dei vaccini – afferma Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia – rappresenta a tutti gli effetti una componente chiave in un approccio sostenibile di Sanità Pubblica, soprattutto quando rivolgiamo la nostra attenzione nei confronti di fasce d’età più fragili, come quella degli adulti anziani, per i quali è importante prevenire malattie invalidanti per garantire loro un invecchiamento in buona salute».

«Sono molto orgogliosa del riconoscimento ottenuto dal Vaccino vivo dell’Herpes Zoster – prosegue Nicoletta Luppi – perché non bisogna sottovalutare l’importanza di prevenire una patologia con un’unica somministrazione di vaccino evitando il dolore della nevralgia post-erpetica che può avere un impatto invalidante nella vita di migliaia di persone. Si stima che nel mondo siano state vaccinate oltre 34 milioni di persone e le esperienze condotte nei diversi paesi indicano un buon profilo di sicurezza, dato confermato anche dalla Comunità Scientifica.

Le persone, oggi, vivono più a lungo, ma non necessariamente in migliori condizioni di salute. Per questo, la vaccinazione rappresenta un elemento cruciale di una visione mirata a un invecchiamento sano e a una gestione a lungo termine dei relativi costi per il sistema sanitario.

La vaccinazione è ampiamente riconosciuta a livello globale come uno degli “investimenti” di maggior successo in sanità pubblica: ogni Euro speso in vaccinazioni rende 4 Euro all’economia di un Paese e contribuisce alla sostenibilità. La sfida è quella di portare, a chiunque ne abbia bisogno, la prevenzione e la cura attraverso l’Innovazione.

MSD è in prima linea nella lotta contro le malattie emergenti; con la sua Ricerca & Sviluppo è al fianco dell’OMS per sconfiggere il virus Ebola ed è stata riconosciuta da “Fortune” come la seconda azienda al mondo che più ha contribuito alla salute e al benessere globale nel 2018.

La lunga storia di successo di MSD - che proprio quest’anno festeggia il centenario della nascita del Dottor Maurice Hillemann, uno dei padri della vaccinologia moderna - negli ambiti di scoperta, sviluppo e produzione di vaccini, rappresenta le fondamenta su cui ci impegneremo a costruire un futuro ancora più sano, inventando per la Vita».

Nel corso della storia del Premio, MSD è l’azienda che si è aggiudicata il maggior numero di riconoscimenti sia nel nostro Paese che a livello internazionale: dal 1992 (anno di esordio dell’edizione italiana) a oggi, MSD si è aggiudicata ben undici volte questo ambito premio. E per il terzo anno consecutivo, poi, viene premiato un vaccino di MSD, a conferma di una visione e un impegno che l’Azienda rivolge alla Prevenzione in tutte le fasi della vita.

In 128 anni di attività, MSD ha messo a disposizione dei pazienti e della comunità scientifica oltre 180 nuove e innovative molecole risultato dei suo forte impegno in Ricerca & Sviluppo, che oggi la posiziona come prima azienda al mondo per investimenti e per qualità dei suoi ricercatori (come testimoniano i sei Premi Nobel ottenuti finora).

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.