IT   EN

Ultimi tweet

Prima farmacia mobile per emergenze nel Triveneto

È operativa la prima Farmacia mobile per emergenze del Triveneto, acquistata dall’Ordine dei Farmacisti di Verona e donata alla neonata Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona (anche’essa la prima in tutto il Triveneto), presieduta da Paolo Pomari.

 

Alla realizzazione del mezzo emergenziale che opererà all’occorrenza sull’intero territorio nazionale, hanno collaborato Agifar Verona, l’Associazione giovani farmacisti e Federfarma Verona. Il mezzo presentato in Piazza Bra dal sindaco di Verona Flavio Tosi, con il plauso dell’Assessore alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto, dell’Assessore alla Protezione Civile di Verona Giuliano Zigiotto e di Armando Lorenzini responsabile della Protezione Civile di Verona che lavorerà in sinergia con i farmacisti volontari. Si tratta dell’unico mezzo disponibile non solo nel Triveneto, ma in gran parte del Nord Italia (ne esistono solo 4 sull’intero territorio nazionale a Cuneo, Agrigento, Cagliari e Verona).

Il primato territoriale vale anche per la scaligera Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile poiché le attuali sedi si trovano solo a Cuneo, Reggio Emilia, Agrigento, Cagliari, in Puglia e, appunto, a Verona. I volontari dell’associazione opereranno con la Farmacia mobile in situazioni emergenziali per portare un soccorso alla popolazione che non si limita alla fondamentale distribuzione gratuita dei farmaci, ma viene integrato dalla strumentazione sanitaria in dotazione alla farmacia mobile, come il defibrillatore, la bombola di ossigeno, il saturimetro per evidenziare situazioni di ipossia (carenza di ossigeno), i presìdi per la misurazione della pressione arteriosa, della glicemia, del colesterolo, dei trigliceridi, ovvero le analisi di prima istanza in situazioni di emergenza. La farmacia mobile veronese, dal valore di circa 60.000, euro è stata acquistata dall’Ordine dei Farmacisti di Verona e supportata da Agifar e Federfarma Verona con il contributo degli sponsor: Sella Farmaceutici, Eg, Specchiasol, Teva Farmaceutici, Unilife, Master Aid, Rottapharm, Farma Service, Ceef, Zeta Farmaceutici, TH. Khol, Istituto Ganassini, Cattolica Assicurazioni, Reale Mutua Assicurazioni Agenzia Verona Est.

«Ottima e necessaria l’iniziativa dei farmacisti veronesi che, secondo la mia opinione – dice Luca Coletto Assessore alla Sanità della Regione Veneto -, dovrebbe essere replicata e soprattutto inserita in un più ampio coordinamento nazionale sulle emergenze catastrofali con il coinvolgimento non solo della Protezione Civile, ma anche del Ministero della Salute». «Considero la Farmacia mobile una unità sanitaria fondamentale per la gestione di situazioni in cui la popolazione si trovi in gravissime situazioni – ha detto il sindaco di Verona Flavio Tosi che ha anche ricevuto dal presidente Pomari la tessera di socio onorario della neonata Associazione Farmacisti Volontari in Protezione civile -. Il mio ringraziamento ai farmacisti che rendono possibile ed effettivo un servizio così particolare e di alta valenza socio sanitaria per il Paese intero». «Abbiamo lavorato con grande passione per raggiungere questo importante traguardo sociale che vede i farmacisti veronesi, primi nel Triveneto, offrire alla popolazione una farmacia mobile - dice Paolo Pomari presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Verona e dell’Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona -. Dietro le quinte del mezzo che presentiamo oggi si cela una complessa organizzazione legata anche alla formazione professionale dei farmacisti volontari che devono essere pronti ad intervenire, in collaborazione con la Protezione Civile scaligera e nazionale, nelle situazioni critiche più disparate, come alluvioni e terremoti, in supporto alle popolazioni colpite. Molto spesso non si pensa, infatti, che i cittadini scampati alla morte, abbandonando le proprie case in fretta e furia non portino con sé medicinali salvavita e non siano in grado di mantenere prassi sanitarie, come ad esempio la misurazione della glicemia, che sono parte integrante della terapia. Senza contare che stress così forti possono manifestarsi anche giorni dopo l’evento catastrofico e quindi i cittadini, soprattutto quelli più a rischio, come malati, anziani, bambini, vanno monitorati con particolare attenzione». «Non abbiamo avuto un attimo di esitazione quando ci è stato chiesto di partecipare alla raccolta fondi - dice Niccolò Silvestri, vicepresidente Agifar Verona -. Trovo fantastico che i farmacisti veronesi siano riusciti e in così poco tempo ad allestire tutta la “macchina” organizzativa e raggiungere lo scopo prefissato».

«Grazie all’Ordine di farmacisti, a Federfarma e all’entusiasmo dei giovani farmacisti è nata a Verona l’Associazione Farmacisti volontari in Protezione Civile, prima organizzazione nel Veneto e nel Triveneto che darà la possibilità in caso di calamità o eventi straordinari di mettere a disposizione della Protezione Civile professionisti preparati e indispensabili quali appunto i farmacisti volontari – dice Marco Bacchini presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. Nel giro di pochi mesi sono state reperite le risorse per l’acquisto di uno specifico mezzo attrezzato a farmacia mobile che, insieme ai farmacisti, interverrà nelle prime fasi delle emergenze. Speriamo di fare da sprone a molti altri colleghi affinché ogni regione italiana si attivi seguendo l’esempio delle associazioni già operanti sul territorio».

«Trovo naturale essere vicino alla popolazione in farmacia e in situazioni si estremo bisogno – dice Matteo Mella, consigliere Agifar e membro del consiglio direttivo dell’Associazione Farmacisti Volontari in protezione Civile di Verona -. Da anni pratico volontariato nell’ambito del 118 e quindi posso mettere a disposizione delle popolazioni che si trovano in situazioni di forte disagio la professionalità sviluppata nel campo del soccorso aggiunta a quella del farmacista che offro quotidianamente in farmacia».

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.