IT   EN

Ultimi tweet

Piu' competenze agli infermieri in Svizzera. Controprogetto del CSSS-N

Al personale infermieristico vanno attribuite maggiori competenze nel quadro di un nuovo modello di cooperazione con gli assicuratori. È quanto propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N) nel suo controprogetto indiretto all'iniziativa sulle cure infermieristiche.

La Commissione è stata informata dei risultati della procedura di consultazione che aveva avviato in relazione al suo controprogetto indiretto (Iv. Pa. 19.401all'iniziativa popolare «Per cure infermieristiche forti (Iniziativa sulle cure infermieristiche)» (18.079). L'obiettivo del controprogetto è quello di lanciare una campagna di formazione per ovviare alla carenza di personale infermieristico e aumentare l'attrattiva della professione infermieristica grazie all'attribuzione di maggiori competenze. A tal proposito, con 14 voti contro 9, la Commissione ha adottato una proposta formulata nell'ambito della procedura di consultazione. Al modello vigente, secondo cui spetta ai medici ordinare le prestazioni di cura, verrà affiancato un nuovo modello: sulla base di accordi con gli assicuratori, il personale infermieristico potrà fornire senza prescrizione medica determinate prestazioni definite dal Consiglio federale (art. 25a cpv. 3 LAMal).

Tali accordi dovrebbero ad esempio disciplinare le modalità di accertamento del bisogno di cure o di coordinamento tra infermieri e medici. Secondo la maggioranza della Commissione questo nuovo modello non solo è vantaggioso per il controllo dei costi, ma contribuisce anche a migliorare la qualità. Un allentamento dell'obbligo di contrarre non è per contro più in discussione nell'ambito del controprogetto. Rispetto al progetto posto in consultazione, la Commissione ha apportato una seconda importante modifica rinunciando a nuove disposizioni sulla protezione dei titoli professionali con 13 voti contro 8 e 1 astensione, poiché queste avrebbero potuto creare incertezza giuridica.

Nella votazione sul complesso, la Commissione ha approvato la nuova legge federale sulla promozione della formazione in cure infermieristiche con 16 voti contro 6. Per finanziare questa campagna di formazione, la maggioranza della Commissione chiede un credito d'impegno di al massimo 469 milioni di franchi per otto anni. Sono inoltre previste ulteriori misure per aumentare il numero di diplomi nelle scuole universitarie professionali nel settore delle cure e per promuovere l'interprofessionalità. Il Consiglio federale può ora pronunciarsi sul controprogetto indiretto, che sarà pronto per il trattamento nella sessione invernale.

Con 13 voti contro 8 la Commissione propone quindi di raccomandare al Popolo e ai Cantoni di respingere l’Iniziativa sulle cure infermieristiche. Una minoranza raccomanda di accettarla, dato che il controprogetto indiretto non tiene sufficientemente conto delle richieste del personale infermieristico.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.