IT   EN

Ultimi tweet

Pigiama fonte di guai: attenzione a batteri e infezioni

Dormire con un’altra persona è sicuramente piacevole, ma oltre a emozioni gradevoli, a essere condivisi possono essere anche microrganismi patogeni. Una fonte insospettabile di infezione per i partner è il pigiama, la cui igiene pare essere piuttosto trascurata.

È quanto emerge da un recente sondaggio pubblicato sul Daily Mail, che ha coinvolto 2.410 coppie inglesi di età compresa tra i 18 e i 30 anni, delle quali il 61% condivideva quotidianamente il letto.

Lo studio rileva che molti aspettano oltre due settimane prima di lavare il pigiama, ignorando che stanno mettendo a rischio la salute propria e del proprio partner: il rischio è quello di contrarre batteri quali MRSA, cistiti e infezioni cutanee. L’indagine dimostra infatti che gli uomini indossano i loro pigiami per ben 13 giorni di fila prima del lavaggio, le donne in media per 17 giorni.

La principale scusa delle donne (per il 54% delle intervistate) è che dimenticano per quanto tempo i loro pigiama sono stati indossati, e oltre la metà (51%) riferisce di non aver bisogno di lavare il pigiama regolarmente perché viene  indossato solo poche ore per notte, o perché uno è più comodo di altri (43%) o perché non ha odore di sporco (41%).

Gli uomini invece fanno ricadere la responsabilità sulla partner, sostenendo di non occuparsi loro del lavaggio (73%) e semplicemente di usare ciò che è a portata di mano. La maggioranza (61 %) sostiene di non avere molti capi tra cui scegliere, per una buona metà se non manda odore non esiste il problema, e comunque lo indossano solo un paio di notti alla settimana. Poi se la partner non protesta va tutto bene (34%).

Dichiarazioni che sottolineano come gran parte delle persone non siano consapevoli del rischio per la salute.

Il pigiama è un indumento a stretto contatto con la pelle, che perde cellule continuamente. Queste sono piene di micro-organismi, come gli stafilococchi, che possono causare infezioni se entrano in contatto con tagli e graffi. Nell’intestino inoltre vi sono batteri come E. Coli che, per la maggior parte dei casi non sono dannosi, ma che possono causare infezioni nel tratto urinario (da qui il rischio di cistite). Alcune persone portano anche MRSA, microrganismo che può essere resistente agli antibiotici e quindi può diventare molto difficile da trattare. I microbi possono anche essere passati tra partner che dormono assieme o da membri della famiglia che condividono gli stessi tessuti, o anche ad altri capi d’abbigliamento.

Se il pigiama si indossa troppo a lungo la contaminazione sarà talmente alta da trasferire i suoi inquilini al resto della biancheria con cui viene lavato, di conseguenza potrà essere fonte di contagio anche per altre persone. Il lavaggio è sufficiente, se effettuato almeno una volta alla settimana, ma l’igiene non sarà completa se invece il pigiama è stato indossato per due settimane.

Ciò è particolarmente importante se si vive in un appartamento per studenti di cinque o sei persone, o una famiglia di due adulti e tre bambini.

 Paola Gregori

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.