IT   EN

Ultimi tweet

PIEMONTE: CODICE PER USO DEI PRODOTTI FITOSANITARI IN AGRICOLTURA

Un codice per regolamentare su tutto il territorio regionale l’utilizzo in agricoltura dei pesticidi e dei prodotti fitosanitari in genere, nel rispetto dell’equilibrio ecologico e dell’ambiente: è stato approvato dalla Giunta della Regione Piemonte, su proposta degli assessori all’Ambiente, Alberto Valmaggia, e all’Agricoltura, Giorgio Ferrero.

Limitare l’uso di prodotti fitosanitari, razionalizzandone e ottimizzandone l’impiego, è la finalità del Codice di buona pratica agricola per l’utilizzo di prodotti fitosanitari, in vigore su tutto il territorio regionale, in particolar modo per misure inserite nei piani di sviluppo rurale. Un obiettivo da raggiungere facendo ricorso a metodi basati sull’integrazione fra pratiche colturali e mezzi chimici, biologici, biotecnici e meccanici, e adottando pratiche di gestione più rispettose dell’equilibrio agro-geologico, riducendo la dipendenza dalle sostanze chimiche. Il Codice è stato emanato in attuazione della legge regionale del 2000 sulla tutela delle acque e del relativo Piano regionale. 

Si tratta – ha commentato l’assessore Valmaggia – di un provvedimento importante per ridurre l’impatto sull’ambiente dei prodotti fitosanitari, tutelando le risorse idriche regionali e stabilendo quantità e margini di utilizzo dei prodotti chimici, nel rispetto dell’ecosistema.

Il Codice suggerisce una scelta ragionata delle colture e delle varietà da inserire nell’avvicendamento colturale, soffermandosi sulle pratiche agronomiche: dalla preparazione e gestione del terreno alla fertilizzazione, dall’irrigazione alle modalità di semina. “Questo approccio – ha proseguito Valmaggia - mira a sostituire le soluzioni di breve termine con strategie di medio e lungo periodo, che considerano il sistema colturale nel suo complesso”. Nel testo normativo c’è poi una sezione dedicata agli interventi diretti di lotta contro gli agenti infestanti, da quelli meccanici, come l’erpicatura e la sarchiatura, a quelli fisici, come la pacciamatura e la pulizia delle macchine. Il capitolo dedicato agli interventi chimici è un vademecum per la scelta del prodotto, del periodo di intervento, delle dosi e delle condizioni d’impiego. A conclusione del Codice, una serie di informazioni sulle attrezzature per la distribuzione di diserbanti e prodotti fitosanitari.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.