IT   EN

Ultimi tweet

"Piccoli grandi cuori": a Bologna la casa per bambini e ragazzi cardiopatici ricoverati in ospedale e le loro famiglie

Una residenza per giovani pazienti - neonati, bambini, adolescenti - affetti da cardiopatie congenite o acquisite e per le loro famiglie, che mette a disposizione 20 posti letto durante i periodi di degenza nelle Unità Operative di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell'Età evolutiva del Policlinico Sant’Orsola. 

È il complesso “Il Polo dei cuori” di via Marco Polo 21/12, a Bologna: una realtà di assistenza nata nel 2015 per iniziativa dell’Associazione “Piccoli Grandi Cuori Onlus”, che sostenne totalmente le spese di ristrutturazione dello stabile di proprietà del Comune con un importante obiettivo: offrire ospitalità gratuita affinché le famiglie di fuori città possano stare vicino ai propri bambini durante i lunghi periodi di ricovero o di visite. 

Per un giorno ospiti oggi della struttura il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e l’assessore alle Politiche per la Salute, Sergio Venturi. Presenti anche i direttori delle Unità operative di Cardiochirurgia Pediatrica e dell'Età evolutiva,Gaetano Gargiulo e Andrea Donti, e la neodirettrice generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Chiara Gibertoni

La casa di accoglienza “Il polo dei Cuori”, ubicata in uno stabile di proprietà del Comune che l’ha concesso in convenzione all’associazione, comprende un grande appartamento per i peridi di lungodegenza, 6 miniappartamenti, una lavanderia e zone comuni per la lettura e il tempo libero. Ogni alloggio è stato pensato per rendere indipendenti le famiglie e ricreare un ambiente domestico, con l’obiettivo di allontanare la solitudine di chi vive momenti di grande fragilità emotiva. L’accesso al “Polo dei cuori” e la durata del periodo di accoglienza dipendono dai bisogni degli ospiti, a partire dal tipo di malattia e dalla durata prevista delle cure.

L’associazione Piccoli Grandi Cuori Onlus

Dal 1997 Piccoli Grandi Cuori Onlus si occupa di bambini, ragazzi e adulti portatori di cardiopatie congenite - e dell’assistenza diretta alle loro famiglie - che vengono ricoverati presso le Unità Operative di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica e dell’Età Evolutiva del Policlinico di Sant’Orsola a Bologna, unico centro accreditato della Regione per la cura chirurgica delle cardiopatie congenite e punto di riferimento di livello internazionale.

L’associazione offre anche il servizio di assistenza psicologica, sia in reparto che in ambulatorio: lo scorso anno questa attività, che prevede la collaborazione di tre professionisti, ha registrato 3.256 prestazioni in reparto per un totale di 2.678 ore. Attraverso lo sportello di promozione dei diritti civili, l’Associazione si prende carico delle situazioni famigliari più complesse, in condizioni di fragilità sociale e personale: lo scorso anno gli accessi per consulenza sono stati 1.534 e 296 famiglie hanno usufruito del servizio dello sportello.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.