IT   EN

Ultimi tweet

Per 8 italiani su 10 è “Sindrome di San Silvestro”

Eterna indecisione su cosa fare, dove andare e soprattutto cosa indossare. E’ quella che gli esperti definiscono la “Sindrome di San Silvestro”, che colpisce l’82% degli italiani e puo’ portarli a compiere vere e proprie gaffe soprattutto sull’abbigliamento. Le sviste piu’ frequenti?

I famigerati calzini bianchi (81%), i gioielli eccessivamente appariscenti (70%) e il trucco smisurato e fuori luogo (64%). Le regole dettate per preparare al meglio il look di fine anno sono ben precise: colori tradizionali (77%), fantasie di tendenza come il tartan (64%) e brillanti paillettes (61%).

Tra i consigli degli esperti del mondo fashion per ottenere un party dress perfetto il look anni ‘60 (65%), il tradizionale rosso (62%) e i collant fantasiosi (55%). Per lui invece non possono mancare lo smoking (66%), le “spectator” (59%) e il papillon (50%).

Ecco quanto emerge da un’indagine del Boccadamo Lab, realizzata su un panel di 70 esperti tra opinion maker e direttori di testate per capire quali sono gli errori di stile da evitare durante le festivita’ e battere la “Sindrome da San Silvestro”.

 

 Secondo la fashion blogger Irene Colzi del seguitissimo “Irene’s Closet”: “I colori da indossare per Capodanno sono quelli tipici del periodo. Il verde bosco ed il verde smeraldo, il rosso in ogni sua sfumatura, il bianco neve, i colori metallici dall'oro, al bronzo fino all'argento ed il nero che è sempre chic e adatto a qualsiasi situazione. Per quanto riguarda le fantasie, il tartan è quella tipica delle festivita’, insieme ai famosi maglioni con le renne, sbarazzini e simpatici per le occasioni casual. Per il party di fine 2014 invece sono consigliatissimi il glitter e le paillettes, da abbinare a un completino intimo rosso che vi regalera’ tanta fortuna. Per sentirvi bene la biancheria è importante: ricordatevi per lo meno che sia appaiata”.           

Per ottenere finalmente il “party dress” perfetto per Capodanno gli esperti del settore fashion raccomandano inoltre per le signore il look anni Sessanta con lo “shift dress” (65%), ovvero il tubino molto amato dall’icona di stile Jacqueline Kennedy, elegante e raffinato. Da mantenere anche la tradizione nell’indossare indumenti di colore rosso (62%) e i collant fantasiosi (55%), un tocco di sensualita’ da esibire durante i giorni di vacanza. Per lui invece i must have del prossimo Capodanno sono lo smoking (66%), per dei moderni e affascinanti James Bond, le scarpe bicolori “spectator” di vernice (59%), molto in voga tra i vip, e l’evergreen papillon (50%), simbolo della ricerca di uno stile glamour durante le festivita’.

 

Basta con gli eccessi davanti agli occhi integerrimi di zie e suocere. A decretare il look perfetto per Capodanno è l’eleganza conferita dal tubino tanto caro a Jacqueline Kennedy e dall’impeccabile smoking alla James Bond.

"A Natale è facile incappare nella Sindrome di San Silvestro e commettere errori soprattutto se si vuole strafare. Evitate abiti troppo corti e troppo scollati. Suvvia, siamo in famiglia -afferma la blogger italiana Irene Colzi- Il Natale è il tempo della famiglia non dello strafare. Per strafare, ma con gusto, c'è l'ultimo dell'anno: ad ogni eta’ il suo abbigliamento, niente cougar che si sentono ventenni!"

Ma chi non ha mai commesso uno strafalcione in fatto di stile? Essere perfetti e alla moda in ogni situazione è una mission impossibile per la maggior parte delle persone, soprattutto durante le feste, quando stress e poco tempo a disposizione spesso fanno si’ che ci si limiti a indossare la prima cosa che capita. In cima agli errori nel look svettano le calze bianche (81%): dai calzini ai collant, dai fantasmini ai gambaletti, sono gli indumenti da evitare assolutamente per oltre 8 esperti di moda su 10, che li limiterebbero ai soli bambini.

           Un altro grave errore fashion, molto comune in occasione delle feste coi parenti, è l’uso di troppi gioielli o preziosi troppo appariscenti (70%); in questo campo i fashion stylists raccomandano di non eccedere, limitandosi a massimo due monili, per non fare la figura delle pacchiane ostentatrici, nel rispetto dell’eleganza e della sobrieta’ da mantenere soprattutto in queste circostanze.

 

          Sul terzo gradino del podio dei “fashion-crimes” tipici dell’ultimo dell’anno c’è il trucco sovrabbondante da “maschera cinese” (64%): gli esperti raccomandano leggerezza e misura, evitando l’orrendo effetto “cerone”. Nell’ambito del maquillage sono espressamente raccomandate la leggerezza nell’uso dell’ombretto se si vuole focalizzare l’attenzione sulle labbra, mentre se si desidera uno sguardo magnetico bisogna lasciare le labbra al naturale.

Stop quindi a calzini bianchi, gioielli maxi e trucco eccessivo. Quest’anno la tendenza da’ libero sfogo ai colori tradizionali, alle paillettes, al glitter e all’intimo abbinato, categoricamente rosso. 

         Occhio anche alle proporzioni (58%), errore molto comune soprattutto tra le piu’ giovani: ad una minigonna per esempio non è possibile abbinare una maglietta o una camicia dalla scollatura profonda, ci vuole senso della misura. Assolutamente out anche i pinocchietti (55%), che tagliano inevitabilmente il polpaccio e danno poco equilibrio alla figura, donando inoltre un effetto “acqua alta” assolutamente sconsigliato. Stesso identico discorso per le gonne lunghe (52%), che appesantiscono la silhouette rendendola meno slanciata e aggraziata.

        Un’ulteriore e gettonata gaffe è quella che vede protagoniste colore che scelgono di vestirsi in maniera troppo variopinta (49%), col rischio di sembrare un Arlecchino facile bersaglio per le critiche di amiche acide e parenti “serpenti”, che non si lascerebbero scappare di certo la possibilita’ di lanciare qualche frecciatina “colorita”. Banditi infine i maglioni lunghi (46%) e i vestiti a boule (42%), spesso indossati per nascondere malamente la linea non perfetta che pero’ sfortunatamente conferiscono una figura ancora piu’ goffa e sformata.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.