IT   EN

Ultimi tweet

Oncologia, Istitito di ricerca IOR affiliato all' Università della Svizzera Italiana dal 2017

I parlamentari ticinesi hanno approvato l'affiliazione dell'Istituto oncologico di ricerca (IOR, unità di ricerca dell'Istituto oncologico della Svizzera italiana, IOSI) alla Facoltà di scienze biomediche dell'USI.

 Un altro tassello importante per l'Università della Svizzera italiana, che è sempre più fulcro di una rete di istituti di ricerca del territorio.

Il messaggio governativo del 3 febbraio 2016 è stato approvato con 64 sì, 1 no e 1 astenuto.

Signor Presidente,

signore e signori deputati,

il presente Messaggio propone l’affiliazione dell’Istituto oncologico di ricerca di Bellinzona (IOR) all'Università della Svizzera italiana (USI) secondo le modalità previste dall'art. 12 della Legge cantonale sull'Università della Svizzera italiana, sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e sugli Istituti di ricerca del 3 ottobre 1995 (LUSI/SUPSI). Di conseguenza si propone il completamento dell’art. 13 cpv. 1 della stessa legge e si definiscono la data di entrata in vigore e le modalità di finanziamento.

L’affiliazione dello IOR all'USI risponde in primo luogo alle necessità già espresse nel Messaggio n. 6920 del 24 novembre 2014 sull’istituzione di una nuova facoltà di scienze biomediche e la creazione di una scuola di Master in medicina umana dell’USI. Infatti all’interno del messaggio era già stata chiaramente manifestata la necessità di affiliare all’USI a breve anche lo IOR, in modo da formare un nucleo di ricerca costitutivo della nuova facoltà. L’affiliazione oltre che essere la base dello sviluppo della nuova facoltà dell’USI, permetterà allo IOR di ottenere lo statuto universitario, ricevendo attraverso l’USI i sussidi federali. Inoltre lo statuto universitario darà allo IOR un'accresciuta forza negoziale nei confronti di altri enti universitari con maggiori possibilità di collaborazione nel quadro di progetti comuni.

Ricordiamo che lo IOR rispetta già dal 2013 le condizioni delle norme della LUSI/SUPSI, in particolare l’art. 12 cpv. 1 per l'affiliazione e l'art. 16 per l'ottenimento di contributi cantonali. Infatti, oltre a non perseguire uno scopo di lucro, lo IOR è riconosciuto dalla Confederazione e finanziato in base all’art. 15 della Legge federale sulla promozione della ricerca e dell’innovazione (LPRI) del 14 dicembre 2012. Inoltre ha stipulato accordi con l'Università di Losanna ed ottiene con regolarità mandati di ricerca competitiva da parte di enti nazionali e internazionali.

In base all’art. 12 LUSI/SUPSI la competenza di statuire sull'affiliazione di istituti di ricerca o di formazione universitaria alle due scuole universitarie (USI e SUPSI) appartiene al Gran Consiglio qualora tale affiliazione abbia un impatto finanziario per il Cantone. Questo è pienamente il caso dello IOR, la cui affiliazione implica un contributo cantonale di gestione. Per far fronte agli impegni di partecipazione imposti dal finanziamento federale, un contributo cantonale è stato corrisposto dal 2012 attingendo al fondo Swisslos.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.