IT   EN

Ultimi tweet

Olimpiadi italiane dell’ emergenza pediatrica: vince Siena

Siena trionfa come migliore Scuola di Specializzazione in Pediatria d’Italia, vincendo le Olimpiadi dell'emergenza pediatrica, “Pediatric Simulation Games”. 

L’evento, organizzato dall’Università degli Studi di Roma La Sapienza, in collaborazione con la Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica, si è svolto a Latina e ha visto la partecipazione di 32 squadre, ciascuna composta da 6 membri e 2 riserve, con 64 simulazioni al giorno. Quattro giorni intensi per centinaia di pediatri in formazione, provenienti da tutta Italia che si sono sfidati nel contesto di una sana e amichevole competizione su casi clinici di alto livello tecnico. «Le mie congratulazioni ai giovani medici in formazione della Scuola e a tutta la Clinica per il risultato – ha detto Francesco Frati, rettore dell’Università di Siena - che premia il nostro grande impegno in questo settore sia con la Scuola di Specializzazione di Pediatria, diretta dal professor Giuseppe Buonocore, che con la UOC Pediatria dell’Aou Senese, diretta dal professor Salvatore Grosso». 


Gli specializzandi si sono cimentati in una serie di gare che simulavano un'emergenza pediatrica. «I giovani medici hanno messo in pratica quello che facciamo insieme tutti i giorni – ha spiegato Giuseppe Buonocore, che è anche direttore della UOC Pediatria Neonatale dell’AOU Senese - Hanno esaminato casi clinici e imparato a lavorare in équipe mentre avevano tra le mani un manichino, perfetta simulazione di un paziente. Ogni intervento, è stato seguito in un'altra stanza dagli altri concorrenti attraverso un monitor. Dopo ogni incontro sono passati alla presentazione del caso ed all'esposizione del trattamento, con individuazione dei risultati raggiunti e degli eventuali aspetti da migliorare».
«È un risultato importante – ha aggiunto Valtere Giovannini, direttore generale Aou Senese – che testimonia l’alta qualità della nostra formazione universitaria e la competenza di chi insegna, e garantisce la presenza di futuri medici pediatri motivati e attenti alle esigenze dei piccoli pazienti».


Il team che ha battuto, nel suo percorso, tutte le squadre affrontate, sino alla grande finale vinta contro l’équipe della Scuola di Specializzazione di Pediatria dell’Università La Sapienza di Roma, era costituito da Federica De Majo (team leader), Gianluca Capecchi, Caterina Coradeschi, Elisa Grande, Martino Landi, Francesco Quagliarella e Chiara Romano. 
La giuria internazionale, di alto profilo, era composta da quattro professionisti di spicco della medicina di emergenza urgenza pediatrica mondiale: Monika Kleinman del Boston Children’s Hospital, Allan R de Caen dello Stollery Children’s Hospital Edmonton, Marc Berg della Stanford University e Vinay Nadkarni del Children Hospital of Philadelphia.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.