IT   EN

Ultimi tweet

OCSE: Le spese sanitarie supereranno la crescita del PIL fino al 2030

La spesa sanitaria supererà la crescita del PIL nei prossimi 15 anni in quasi tutti i paesi OCSE, secondo le nuove previsioni OCSE. La spesa sanitaria pro capite crescerà a un tasso medio annuo del 2,7% in tutto l'OCSE e raggiungerà il 10,2% del PIL entro il 2030, rispetto all'8,8% nel 2018, secondo un nuovo rapporto dell'OCSE.


EalthHealth at a Glance 2019: gli Indicatori OCSE  affermano che gli Stati Uniti hanno speso di più per l'assistenza sanitaria nel 2018, pari al 16,9% del PIL, sopra la Svizzera, il prossimo paese con le maggiori spese, al 12,2%. Germania, Francia, Svezia e Giappone hanno speso quasi l'11% del PIL, mentre alcuni paesi hanno speso meno del 6% del PIL in assistenza sanitaria, tra cui Messico, Lettonia, Lussemburgo e Turchia al 4,2%.


Health at a Glance delinea aree in cui la spesa potrebbe essere più efficace:
 

  • Un maggiore uso di farmaci generici potrebbe far risparmiare sui costi, ma al momento solo la metà del volume dei farmaci venduti nei paesi dell'OCSE. I generici rappresentavano oltre i tre quarti del volume di prodotti farmaceutici venduti in Cile, Germania, Nuova Zelanda e Regno Unito, ma meno di un quarto in Lussemburgo e Svizzera nel 2017.
  • I sistemi sanitari e sociali impiegano più lavoratori che mai, con circa uno su dieci di tutti i lavori nei paesi OCSE che si trovano nella sanità o nell'assistenza sociale. Spostare i compiti dai medici agli infermieri e agli altri operatori sanitari può alleviare le pressioni sui costi e migliorare l'efficienza.
  • Aumentare la sicurezza dei pazienti non solo migliora la salute, ma può anche risparmiare denaro. Quasi il 5% dei pazienti ospedalizzati ha avuto un'infezione associata all'assistenza sanitaria nel 2015-17.

Health at a Glance 2019 evidenzia alcuni preoccupanti schemi di risultati sulla salute e stili di vita malsani.


Una persona nata oggi può aspettarsi di vivere in media quasi 81 anni nei paesi dell'OCSE. Ma i miglioramenti dell'aspettativa di vita sono rallentati di recente nella maggior parte dei paesi dell'OCSE, in particolare negli Stati Uniti, in Francia e nei Paesi Bassi. Il 2015 è stato un anno particolarmente brutto, con l'aspettativa di vita in calo in 19 paesi.


Le cause includono l'aumento dei livelli di obesità e diabete che hanno reso difficile mantenere i precedenti progressi nella riduzione delle morti per malattie cardiache e ictus. Le malattie respiratorie come l'influenza e la polmonite hanno anche causato più vite negli ultimi anni, in particolare tra le persone anziane.


I decessi correlati agli oppioidi sono aumentati di circa il 20% nei paesi dell'OCSE dal 2011 e hanno causato circa 400.000 vittime solo negli Stati Uniti. I decessi correlati agli oppioidi sono anche relativamente elevati in Canada, Estonia e Svezia.

Fumare, bere e obesità continuano a far morire prematuramente le persone e peggiorare la qualità della vita:
 

  • I tassi di fumo sono in calo, ma il 18% degli adulti fuma ancora ogni giorno.
  • Il consumo di alcol è stato in media di 9 litri di alcol puro per persona all'anno nei paesi OCSE, equivalenti a quasi 100 bottiglie di vino. Quasi il 4% degli adulti era alcol-dipendente.
  • I tassi di obesità continuano ad aumentare nella maggior parte dei paesi OCSE, con il 56% degli adulti in sovrappeso o obesi e quasi un terzo dei bambini di età compresa tra 5-9 in sovrappeso.
  • L'inquinamento atmosferico ha causato circa 40 morti per 100.000 persone nei paesi dell'OCSE. I tassi di mortalità erano molto più alti in paesi come l'India e la Cina, con circa 140 morti per 100.000 persone.

Il rapporto sostiene che si dovrebbe porre maggiore attenzione sugli esiti e sulle esperienze riportati dai pazienti. I risultati preliminari della nuova iniziativa dell'OCSE sui sondaggi sugli indicatori segnalati dai pazienti mostrano che i sostituti dell'anca migliorano la qualità della vita di un individuo - mobilità, attività, dolore - di circa il 20%.
 

“I sistemi sanitari possono e devono fare meglio per migliorare la salute delle nostre popolazioni. Misurare in che modo i sistemi sanitari cambiano la vita delle persone in meglio è essenziale se vogliamo mettere le risorse dove possono avere il massimo effetto ”, ha affermato Stefano Scarpetta, Direttore OCSE per l'Occupazione, il Lavoro e gli Affari Sociali.
 

Health at a Glance 2019: gli indicatori OCSE per l'Italia: http://www.oecd.org/italy/health-at-a-glance-italy-IT.pdf

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.