IT   EN

Ultimi tweet

Occhiali digitali alla guida: ok norme in vigore in Svizzera

 

Nella seduta del 22 febbraio 2017, il Consiglio federale ha adottato il rapporto in adempimento del postulato «Occhiali digitali. Pericoli per la circolazione». Gli studi condotti hanno confermato che le disposizioni attuali sono sufficienti per disciplinare l’uso al volante dei cosiddetti occhiali digitali.

Il postulato 14.4077 «Occhiali digitali. Pericoli per la circolazione», depositato dal Consigliere agli Stati Thomas Hefti a dicembre 2014, incaricava il Consiglio federale di esporre in un rapporto le conseguenze dell’effetto distraente causato dall’uso alla guida di occhiali digitali, denominati anche smart glasses, che permettono all’utente di visualizzare in qualsiasi momento informazioni su un piccolo display (schermo) all’interno del proprio campo visivo. Si chiedeva inoltre di analizzare le normative di altri Paesi e di verificare se quelle vigenti in Svizzera in materia di responsabilità civile e assicurazione fossero sufficienti.

Dagli studi condotti è emerso che attualmente non vi è alcuna necessità di intervento legislativo. Il raffronto internazionale ha evidenziato l’attualità del tema anche in altri Paesi, che prima di legiferare preferiscono tuttavia attendere ulteriori sviluppi tecnologici.

Pur non essendovi al momento necessità di introdurre nuove norme né nel codice della circolazione stradale né in materia di responsabilità civile e assicurazione, l’USTRA seguirà con attenzione le evoluzioni nel settore.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.