IT   EN

Ultimi tweet

Nuovo trattamento contro i rigetti di trapianti rimborsato dall’assicurazione malattie

 

A partire dal 1°agosto 2016, l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS, assicurazione di base) rimborserà nuovi metodi di trattamento in caso di complicazioni sorte a seguito di un trapianto polmonare. Inoltre, alcuni pazienti affetti da diabete potranno procurarsi un nuovo apparecchio per misurare la glicemia a carico dell’AOMS.

Dopo aver subito un trapianto polmonare, accade frequentemente che un paziente sviluppi una reazione di rigetto a evoluzione cronica, una complicazione che colpisce le vie respiratorie e può condurre alla perdita della funzione polmonare. I medicamenti immunodepressori utilizzati finora nel trattamento di questa malattia si sono rivelati inefficaci. Attualmente è disponibile una nuova tecnica terapeutica più efficace, la fotoferesi extracorporea, che da quest’estate sa-rà presa a carico dall’AOMS. Visto che sono in corso studi internazionali complementari in me-rito, la durata del suo rimborso è stata limitata fino alla fine del 2019.

Alcuni pazienti affetti da diabete potranno farsi rimborsare un nuovo apparecchio per misurare la glicemia, provvisto di un calcolatore elettronico capace di determinare la dose d’insulina adeguata. L’apparecchio figura ormai nell'elenco dei mezzi e degli apparecchi (EMAp).

Oltre a questi adeguamenti, è stata apportata una serie di modifiche all’ordinanza sulle prestazioni (OPre) e ai suoi allegati.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.