IT   EN

Ultimi tweet

Nuovo coronavirus COVID-19: primo caso confermato in Svizzera. E' nel Ticino

Un’infezione dal nuovo coronavirus COVID-19 è stata confermata in una persona del Cantone Ticino.

La persona è stata ricoverata in ospedale e tenuta in isolamento. Le sue condizioni sono buone. Per rafforzare la cooperazione transfrontaliera, il consigliere federale Alain Berset ha incontrato oggi a Roma diversi ministri della salute 

La persona ammalata si era recata in Italia circa dieci giorni fa e aveva partecipato a una manifestazione vicino a Milano.

L’analisi del Centro nazionale di riferimento per le infezioni virali emergenti (CRIVE) di Ginevra ha confermato il sospetto contagio con il nuovo coronavirus. Si tratta del primo caso in Svizzera.

Le persone a stretto contatto con la persona malata vengono informate e messe in quarantena. Confederazione e Cantoni applicano i provvedimenti necessari a prevenire l’ulteriore trasmissione del virus, tra cui l’identificazione di possibili ulteriori persone entrate in contatto con il caso in questione e il loro controllo in regime di quarantena nei prossimi 14 giorni.

"Domani ci sarà la riunione del gruppo cantonale, che aveva già previsto incontri ravvicinati e verificherà le misure da adottare -afferma Raffaele De Rosa è Direttore del Dipartimento della sanità e della socialità DSS e Consigliere di Stato.- già alcune erano decise. Nel caso il Governo si esprimerà per misure di sua competenza. Abbiamo già valutato di discutere entro venerdi la questione della riapertura delle scuole". Al momento sono pronte 12 camere d'isolamento che potrebbero raddoppiare per le necessità. 

Nonostante questo primo caso in Svizzera, la valutazione del rischio rimane invariata. Il nuovo coronavirus costituisce attualmente un rischio moderato per la popolazione svizzera. Con il continuo aumento di casi confermati a livello globale e soprattutto nell’Italia del Nord, cresce anche la probabilità di altri casi diagnosticati dell’infezione in Svizzera. Le strutture mediche del nostro Paese sono preparate a identificare e ad accertare tempestivamente i casi sospetti e ad assistere altre persone ammalate.

La Svizzera è in costante contatto con i Paesi vicini. Il consigliere federale Alain Berset ha incontrato oggi a Roma i ministri della salute di Italia, Francia, Germania, Austria, Croazia e Slovenia. L’obiettivo dell’incontro, promosso dall’Italia, era rafforzare la cooperazione transfrontaliera per lottare contro la diffusione del coronavirus. I ministri resteranno in stretto contatto.

Il primo caso d’infezione dal nuovo coronavirus è stato confermato per la prima volta all’inizio del 2020 nella provincia cinese di Hubei. Secondo i dati forniti dalle autorità a livello mondiale vi sono più di 80.000 contagi confermati.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.